Hashish alla studentessa che poi morì: a processo

VITERBO

Viterbo, hashish alla ragazza di 17 anni volata dalla finestra a Roma: una chat inchioda il presunto pusher

09.01.2020 - 14:36

0

Una chat inchioda il presunto pusher che avrebbe venduto dell’hashish a Laura Chirica, la 17enne di Montecchio precipitata dalla finestra di un palazzo di piazza Bologna a Roma il giorno di San Valentino di due anni fa. E’ agli atti del processo a carico di un ventenne di Montefiascone, L. B. le iniziali, che si è aperto davanti al collegio presieduto dal giudice Gaetano Mautone (a latere Elisabetta Massini e Roberto Colonnello). Il giovane è accusato di detenzione ai fini dello spaccio aggravato dalla minore età dell’acquirente. Secondo le indagini portate avanti all’epoca dal commissariato di polizia di Orvieto avrebbe ceduto hashish, in cambio di 750 euro, alla diciassettenne che poi precipitò, morendo, a Roma.
Tutto è legato alla chat scoperta nel cellulare che fu sequestrato all’imputato dai carabinieri il 27 febbraio del 2017 dopo che il ragazzo era stato arrestato perché trovato in possesso di hashish a San Lorenzo Nuovo. Per quell’operazione è in corso un processo davanti al giudice monocratico Silvia Mattei, ma durante le indagini emerse dell’altro. Il carabiniere che analizzò il cellulare scaricò 19 foto di interesse investigativo e una chat tra l’imputato e una ragazza che nella rubrica era archiviata come “Scemotta”. Il numero abbinato a quel nomignolo era quello della giovane che era morta pochi giorni prima a Roma. Per questo gli atti con la chat - messaggi dal 19 dicembre 2016 fino al 14 febbraio dell’anno successivo - furono inviati alla polizia che indagava su quel fatto. L’ispettore Sandro Livi del commissariato di Orvieto, che ha deposto ieri in tribunale, ha riferito che si è arrivati a ipotizzare lo scambio di droga tra la ragazza e il giovane di Montefiascone, sia attraverso l’analisi della chat che attraverso dei messaggi scambiati tra la sorella della vittima e una sua amica. Messaggi dove si sarebbe fatto esplicito riferimento all’imputato.

Per approfondire leggi anche: Hashish a studentessa che poi morì: a processo


Il difensore del giovane di Montefiascone (l’avvocato Marco Valerio Mazzatosta) ha chiesto di non far entrare gli atti relativi alla chat nel fascicolo processuale perché in realtà sono riferiti a un altro procedimento, ossia quello per spaccio semplice in corso davanti al giudice monocratico. Il pm Chiara Capezzuto ha invece chiesto l’acquisizione di questi atti. I giudici hanno disposto il sequestro del cellulare e rinviato il processo al 6 maggio per ascoltare gli ultimi testimoni.
Laura Chirica, studentessa di 17 anni dell’istituto alberghiero di Orvieto, è precipitata dalla finestra al secondo piano di un palazzo di piazza Bologna a Roma il 14 febbraio ed è deceduta il giorno successivo al Policlinico Umberto I. L’indagine fu archiviata come suicidio, ma la famiglia della giovane non si è data mai per vinta. Per loro è stata uccisa. Del caso si è occupata a più riprese la trasmissione “Chi l’ha visto?”. A luglio la Procura di Roma ha riaperto le indagini.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Cristiano Ronaldo incredibile: fa canestro con i piedi. A fine allenamento vince la sfida: il video
CALCIO

Video Cristiano Ronaldo incredibile: fa canestro con i piedi a fine allenamento

Incredibile Cristiano Ronaldo. Il portoghese si conferma un autentico fuoriclasse anche quando c'è da fare... canestro. Infatti alla fine di una sessione d'allenamento al centro della Continassa, il calciatore della Juventus davanti ai fotografi ha sfidato tutti: palla a terra da una distanza di svariati metri, poi con un abile colpo sotto a cucchiaio ha indirizzato la palla verso il canestro del ...

 
Johnson: "Vogliamo iniziare a riportare i nostri figli a scuola in sicurezza"

Johnson: "Vogliamo iniziare a riportare i nostri figli a scuola in sicurezza"

(Agenzia Vista) Londra, 25 maggio 2020 Johnson: "Vogliamo iniziare a riportare i nostri figli a scuola in sicurezza" Il primo ministro britannico Boris Johnson: "In linea con l'approccio di altri Paesi, vogliamo iniziare a riportare i nostri figli a scuola in sicurezza" Fonte Facebook Boris Johnson Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Al via i test sierologici in Friuli Venezia Giulia, il servizio

Al via i test sierologici in Friuli Venezia Giulia, il servizio

(Agenzia Vista) Trieste, 25 maggio 2020 Al via i test sierologici in Friuli Venezia Giulia, il servizio Partono le convocazioni per effettuare i test sierologici ad un campione di circa 8000 cittadini del Friuli Venezia Giulia. Courtesy Telequattro Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
La fase 2 nel rione Monti a Roma, pochi passanti e negozi semideserti

La fase 2 nel rione Monti a Roma, pochi passanti e negozi semideserti

(Agenzia Vista) Roma, 25 maggio 2020 La fase 2 nel rione Monti a Roma, pochi passanti e negozi semideserti Con la Fase 2 i commercianti del Rione Monti a Roma hanno rialzato la saracinesca. Pochi i passanti e i negozi rimangono semideserti. Ecco le immagini del Rione. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Che Tempo Che Fa da record: chiude la stagione con 2,3 milioni spettatori e il 9% di share. E sui social vola

Fabio Fazio

TELEVISIONE

Che Tempo Che Fa da record: chiude la stagione con 2,3 milioni spettatori e il 9% di share. E sui social vola

Che Tempo Che Fa ha chiuso la sua stagione su Rai 2 con un ascolto medio di oltre 2,3 milioni spettatori e il 9% di share, superando di 2 punti di share la media d’ascolto di ...

25.05.2020

Littizzetto si trasforma in Botteri: "Altro che maratone di Mentana, lei è sempre collegata"

TELEVISIONE

Littizzetto si trasforma in Botteri: "Altro che maratone di Mentana, lei è sempre collegata"

"Il mio obiettivo è diventare come Giovanna, sempre collegata. Altro che Mentana. Non è mai andata a fare la pipì dall'inizio della pandemia". E' l'omaggio di Luciana ...

25.05.2020

Saviano, scoppia la bufera: "I commercialisti segnalano agli usurai i clienti in difficoltà"

TELEVISIONE

Saviano, scoppia la bufera: "I commercialisti segnalano agli usurai i clienti in difficoltà"

Chi segnala alla criminalità organizzata le attività in crisi da cannibalizzare? Secondo Roberto Saviano sono i commercialisti. Lo scrittore lo ha sostenuto domenica ospite a ...

25.05.2020