Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il sindaco: "Accelerare i lavori e riaprire la strada provinciale"

Annamaria Socciarelli
  • a
  • a
  • a

La strada provinciale che conduce a Civita Castellana è ancora chiusa e la popolazione di Castel Sant'Elia si sente in ostaggio. “E' da oltre due mesi – spiega allarmato il sindaco Vincenzo Girolami - che stiamo isolati dal resto del mondo e scollegati direttamente con l'ospedale Andosilla, con l'Autostrada del Sole A1 e con la via Flaminia verso Terni e Roma. Comprendiamo la necessità, la priorità e l'urgenza della messa in sicurezza delle scarpate interessate dal dissesto geologico, ma è proprio il caso di dire benvenuta disgrazia, anche se non sei la sola”. “Nonostante le pregresse richieste di monitoraggio da parte del Comune di Castel Sant'Elia - prosegue il primo cittadino -, ci è voluta la pioggia dei giorni scorsi per mettere a fuoco l'estesa situazione di dissesto e di pericolo che coinvolge molte porzioni della scarpata sovrastante il lato destro, scendendo verso il Ponte sul Fosso Rio Vicano, nella direzione di Civita Castellana".