Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Restano gravi le condizioni del ragazzo che ha ingoiato cocaina

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Restano molto gravi le condizioni del 19enne ricoverato a Belcolle per aver ingerito un ovulo di cocaina che si è poi rotto, invadendo il suo organismo. Dalle analisi effettuate dai medici il ragazzo sarebbe infatti risultato positivo al test della cocaina. Lotta per la vita perché, nel tentativo di sfuggire al controllo dei carabinieri, che lo avevano fermato in compagnia di un amico, ha preferito ingoiare l'ovulo contenente la droga. E' successo l'altra sera, lungo la tangenziale, a pochi metri dalla caserma dei carabinieri. Il suo amico, invece, è uscito da lì con una denuncia. Quella che si è conclusa in modo drammatico, era stata una situazione iniziata con un semplice controllo da parte di una pattuglia dell'Arma che, vedendo i due in atteggiamenti sospetti, aveva deciso di sottoporli a un controllo. Uno dei due non ha fatto in tempo a nascondere la droga che aveva - due grammi di cocaina - e così tutti e due sono stati portati in caserma per accertamenti. Non è chiaro in quale momento il 19enne ora ricoverato in ospedale abbia ingoiato la droga, presumibilmente lo ha fatto prima di entrare in caserma, forse addirittura alla vista dei militari che si avvicinavano. Dalla caserma lui è comunque uscito senza denuncia, salvo poi accasciarsi a terra poco dopo. Sul posto sono intervenuti gli stessi carabinieri per soccorrerlo e i sanitari del 118 che lo hanno rianimato prima di trasferirlo in codice rosso a Belcolle, dove le analisi e gli accertamenti avrebbero portato alla luce quanto accaduto: l'ovulo contenente cocaina si è rotto dopo essere stato ingoiato, portando il giovane a un passo dalla morte.