Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Anche un magistrato tra le vittime dei ladri seriali

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

C'è anche un magistrato tra le vittime dei “ladri seriali” specializzati in furti nelle auto in sosta. Per questo i due viterbesi, di 40 e 35 anni, che dallo scorso fine settimana sono agli arresti domiciliari saranno ascoltati dal gip di Perugia che ha disposto la misura cautelare nei loro confronti. Infatti, essendo coinvolto in qualità di vittima un magistrato che opera a Viterbo, il fascicolo è passato per competenza nel capoluogo umbro. I due sono accusati di essere i responsabili di una serie di furti o tentativi di furti nelle auto in sosta a Viterbo. Quindici gli episodi per i quali sono indicati. I poliziotti della squadra mobile, che da iniziò maggio avevano piazzato un rilevatore gps nell'auto utilizzata dai due, hanno ricostruito i loro spostamenti. Erano sempre nei luoghi dove sono stati denunciati i furti nell'orario dei colpi. Il 25 maggio hanno “ripulito” l'auto di un magistrato portando via una borsa con all'interno dei monili e dei documenti. Negli altri casi si erano impossessati di tutti: occhiali da sole, documenti, cavetti usb per la ricarica, denaro contante, carte bancomat, smartphone, computer e libretti per gli assegni. Il reato ipotizzato nei loro confronti è quello di furto aggravato.