Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Il Bambin Gesù sospende il fisioterapista

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Il fisioterapista di Tarquinia in carcere da sabato perché accusato di aver abusato di una bambina disabile di otto anni durante le visite a domicilio è stato sospeso dal Bambin Gesù. Lo ha reso noto lo stesso ospedale con una nota. Il 35enne infatti lavorava nella sede staccata di Santa Marinella, mentre i presunti abusi sarebbero avvenuti durante le terapie in casa della piccola. “Siamo sconcertati e addolorati che possa essere accaduta una cosa del genere e il nostro primo pensiero di vicinanza e solidarietà va alla bambina e alla sua famiglia - si legge nella nota dell'ospedale - Sulla base delle poche informazioni a disposizione, si tratterebbe di presunti gravissimi illeciti commessi fuori dall'ospedale, nel corso di un'attività riabilitativa privata a domicilio vietata dai regolamenti interni”. “L'ospedale - si legge nel comunicato - venuto a conoscenza dei fatti da parte dell'autorità giudiziaria, ha fornito ovviamente da subito piena collaborazione e il dipendente è stato immediatamente sospeso d'ufficio dal lavoro, in attesa dello sviluppo delle indagini. Profondamente rattristati da questa incresciosa vicenda, ci affidiamo fiduciosi al lavoro solerte e scrupoloso della magistratura”. Il 35enne si trova a Mammagialla, in un reparto riservato ai detenuti accusati di reati contro minori o di violenze. L'ipotesi che la Procura avanza nei suoi confronti è quella di violenza sessuale su minore aggravata dalla minorata difesa della vittima.