Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fusco chiede di nuovo i militari in città

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

“Non è più tollerabile quello che sta succedendo a Viterbo”, parola del senatore Umberto Fusco (Lega) che ieri è intervenuto dopo i fatti di via San Lorenzo e dopo che si è diffusa la notizia dell'anziano picchiato e sequestrato in una casa di campagna vicino al Bullicame. “È assolutamente necessario inasprire le pene per arginare questo fenomeno dilagante di violenza che come una brutta malattia sta facendo marcire la splendida e sorridente comunità che è la nostra città, fatta di persone perbene che chiedono solo di vivere serene nelle loro case, con le loro famiglie, con i loro spazi di vita costruiti nel tempo di un'intera esistenza”, dice il numero uno dei salviniani viterbesi che continua “E per questo, se sarà necessario per riportare alla normalità la nostra città che come tanti altri comuni italiani sta subendo quest'onda inaudita di dilagante violenza, assalita da questa spirale crescente di follia senza quartiere, come Lega torneremo a chiedere l'impiego anche dei militari per presidiare e controllare il territorio. La violenza e le aggressioni esplose a via Lorenzo di Viterbo, così come l'uomo disabile legato e picchiato, sono la spia di un allarme sicurezza che non possiamo ignorare, e anche del fatto che oramai il degrado cittadino non è più confinato solo al centro storico, zona da sempre attenzionata come quella più critica”.