Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

La rabbia e la paura dei lavoratori della Smavit

Esplora:
Lavoratori davanti ai cancelli

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

VITORCHIANO - Loro, i lavoratori della Smavit, di sacrifici ne hanno fatti tanti negli ultimi anni, in particolare negli ultimi due; hanno dimostrato in tutti i modi la loro disponibilità e la dedizione All'azienda, fino a rinunciare a pezzi di stipendio, e infine addirittura a tutto lo stipendio, visto che non vengono pagati da quattro mesi. Quando l'interlocutore che avevano avuto fino all'altro ieri per dialogare con l'azienda gli ha detto “io mi tiro fuori” hanno deciso che la misura era colma; soprattutto, purtroppo, hanno sentito una gran puzza di bruciato aleggiare sul loro presente e il loro futuro, e sul presente e il futuro delle loro famiglie, dei loro figli. Servizio completo sull'edizione del Corriere di Viterbo in edicola il 31 maggio 2017