Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, si svuotano le discoteche della Tuscia. I gestori: "Paura infondata i nostri locali sono sicuri"

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Paura coronavirus, si svuotano pure le discoteche. A Viterbo nel week end passato, l'ultimo di carnevale, si sono registrati dei forti cali di presenze all'interno dei locali da ballo e per il prossimo ci sono poche prenotazioni e sono state addirittura annullate delle feste di compleanno per paura dell'epidemia. A lanciare l'allarme è Luca Talucci presidente del Silb (sindacato italiano locali da ballo) provinciale. "Sono d'accordo con il prefetto, niente panico: nella nostra provincia non c'è stato alcun contagio e non c'è bisogno delle mascherine". Per approfondire leggi anche: Il vescovo di Civita Castellana: "Sospeso il gesto di pace" Queste le sue parole: "L'allarmismo ha fatto più danni del virus stesso, c'è bisogno di ritornare subito alla normalità. C'è un'Italia ferma ed oggi penso che sia veramente la prima emergenza, tale psicosi non deve prevalere sulla quotidianità. Ci sono alcune regioni dell'Italia del nord che hanno fatto delle restrizioni immediate, il Lazio non rientra tra quelle, il virus è contagioso come tutti sia ben chiaro, ma non si può parlare di pandemia e bisogna assolutamente capire che ci si guarisce come il caso dei due turisti ricoverati all'ospedale Spallanzani e dimessi". Poi Talucci passa a descrivere le conseguenze della psicosi in atto: "Nel weekend passato, principalmente nell'ultimo giorno di carnevale, all'interno delle sale da ballo si sono registrati grossi cali di presenza per paura di essere contagiati e nel prossimo che dovrà arrivare alcuni gestori lamentano di non aver tavoli prenotati, di aver spostato date di artisti ed alcuni compleanni hanno dato disdetta. Chiaro che dopo il danno anche la beffa,  poiché affitti, tasse e spese del personale non fanno sconti". "Pertanto - conclude - i gestori vi aspettano a braccia aperte come sempre nelle sale da ballo, sperando che questo virus, che ripeto non ha assolutamente nessun contagiato nella provincia di Viterbo, sia solo una brutta pagina della nostra vita".