Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Artceram: "Brunelli minacciato in fabbrica"

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Sale la tensione all'Art Ceram. Nella mattina di giovedì 25 maggio ci sarebbe stato un tentativo di aggressione ai danni del presidente e amministratore delegato Alberto Brunelli. Protagonista della vicenda - secondo quanto si apprende in una nota diramata dall'ufficio stampa dell'azienda - sarebbe stato Angelo Conti, ceramista e delegato Rsu della Cgil. Questa la nota dell'azienda:  "Artceram esprime forte rammarico per i fatti accaduti questa mattina nello stabilimento produttivo di Quartaccio di Fabbrica di Roma, la cui chiusura è stata annunciata dall'azienda con l'invio di lettere di licenziamento a 47 lavoratori. In una discussione animata Angelo Conti, ceramista dipendente Artceram e delegato Rsu Cgil, ha minacciato di picchiare il presidente e amministratore aelegato dell'azienda Alberto Brunelli, prima di essere fermato da alcuni altri dipendenti testimoni dell'accaduto. Alberto Brunelli si è quindi recato al comando Carabinieri dove ha sporto denuncia contro Alberto Conti". “Sono amareggiato – commenta Alberto Brunelli - dalle minacce ricevute a titolo personale. Esistono appositi tavoli per manifestare il proprio dissenso e a questi l'azienda è disposta ad entrare con atteggiamento collaborativo. Non esiste confronto invece con chi minaccia di 'darmele di santa ragione' e 'con chi mi aggredisce fisicamente". "È intenzione di Artceram - assicurano dall'azienda -  trovare nell'ambito della trattativa soluzioni che gravino il meno possibile sulla vita degli operai coinvolti nei licenziamenti e delle loro famiglie. “La vertenza in corso – continua Alberto Brunelli - aspetta di essere gestita nelle apposite sedi nell'ambito di un confronto istituzionale con i sindacati nel quale l'azienda potrà esprimere le posizioni e concordare opportune misure per gestire al meglio l'attuale fase di ristrutturazione aziendale, necessaria per gli equilibri economici dell'azienda".