Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Scuola senza dirigente, appello del Comune

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

La notizia che il prossimo anno scolastico 2019-2020 l'istituto comprensivo XXV Aprile andrà in reggenza, per la mancata assegnazione di un nuovo preside (Alfonso Francocci si è trasferito all'istituto Ulderico Midossi), diventa un caso politico. I consiglieri di minoranza del Partito democratico, Simone Brunelli e Vanessa Losurdo, preoccupati per la situazione, hanno chiamato in causa il sindaco Franco Caprioli e l'assessore all'istruzione Alberto Cataldi “per scongiurare tale decisione ed ottenere una presidenza stabile”. Il vicesindaco Alberto Cataldi, che già stava seguendo la vicenda, alla luce dell'ufficialità della mancata nomina dirigenziale, ha inviato una nota al provveditore di Viterbo, Daniele Peroni. Nella nota il vicesidanco Cataldi fa presente che “una eventuale reggenza dell'istituto comprensivo XXV Aprile, che comprende anche le scuole di Faleria e Calcata, potrebbe comportare notevoli disagi per gli alunni che frequentano le scuole. Inoltre - tiene a sottolineare Cataldi -, il XXV Aprile è un istituto storico di Civita Castellana con il maggior numero di iscritti di minori, figli di immigrati ed è da molto tempo ormai un collettore di integrazione sociale”. L'amministrazione comunale falisca chiede quindi, facendosi portavoce delle esigenze delle famiglie,un interessamento “fattivo ed esclusivo” da parte del Provveditorato di Viterbo. Va sottolineato che nessuno si aspettava dal Ministero della pubblica istruzione la decisione della reggenza per la scuola XXV Aprile, visto che si è concluso da poco il concorso per dirigenti scolastici a livello nazionale. Una situazione, per così dire pittoresca e bizzarra, che però ha coinvolto non solo Civita Castellana, ma l'intera Tuscia dove sono circa una decina le scuole che in vari paesi andranno in reggenza in attesa del nuovo preside. Calcolando gli iter burocratici che caratterizzano il variegato e complesso mondo della scuola, nonchè i vincoli e le graduatorie da rispettare, la possibilità che venga effettuata in extremis la nomina di un nuovo dirigente scolastico è alquanto remota. Ma la speranza, si dice, è l'ultima a morire.