Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Case popolari, riqualificazione in corso

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Sono in fase di attuazione gli interventi previsti dal progetto “Contratto di quartiere II” che riguarda la riqualificazione ecosistemica, funzionale e formale degli alloggi di edilizia residenziale pubblica in località Pizzo Garofalo e in località San Giovanni. Un vero e proprio sospiro di sollievo per le cosiddette “case popolari”. “Finora – spiega l'assessore all'Urbanistica e ai Lavori pubblici Paola Goglia - i lavori hanno riguardato i dodici alloggi dell'edificio sito in via Enrico Berlinguer 2 e risultano in corso di completamento. Pochi giorni fa sono iniziati anche quelli relativi alla palazzina ubicata in via Ugo La Malfa, costituita da 19 alloggi, mediante l'approntamento di ponteggi”. Quali sono nello specifico gli interventi che state eseguendo “Si parte dal proposito di eliminare le criticità presenti negli alloggi adottando di volta in volta le soluzioni che sembrano più opportune. Le problematiche più comuni sono la presenza di dispersioni termiche e la mancanza di risparmio energetico previsto dalla normativa; la presenza di elementi fatiscenti o bisognosi di interventi di manutenzione straordinaria e infine la necessità di utilizzazione di spazi, attualmente inutilizzati in vista di una rifunzionalizzazione dell'edificio e delle sue parti comune. L'obiettivo quindi del Contratto di quartiere II è il miglioramento del confort abitativo, la minimizzazione dei consumi energetici e anche la possibilità di ricavare, laddove è possibile, ambienti complementari alle abitazioni, come cantine e box auto come effettivamente richiesti dagli abitanti”. Nel progetto si parla anche di lavori sperimentali. Di cosa si tratta? “Innanzitutto rientra in questo concetto l'accresciuta sensibilità nei confronti del risparmio di tutte le risorse naturali, sia in fase realizzativa che durante l'esercizio degli edifici, tramite l'utilizzo di materiali non tossici, biodegradabili e riciclabili. In secondo luogo i lavori di sperimentazione che interessano gli edifici di proprietà Ater consistono essenzialmente nell'esecuzione di tetti ventilati e nell'esecuzione dell'isolamento termico a cappotto effettuato dall'esterno utilizzando materiali resistenti al fuoco, alle muffe, ai funghi e agli insetti”. Insomma con gli interventi del Contratto di Quarteiere II gli alloggi popolari vengono riqualificati per la gioia e la soddisfazione delle famiglie che ci vivono.