Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Concorso “Orii del Lazio", premi per i produttori di olio extravergine della Tuscia

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Si è svolta venerdì a Roma, nella Sala del Tempio di Adriano della Camera di Commercio di Roma, la cerimonia ufficiale di premiazione dei vincitori di “Orii del Lazio – Capolavori del gusto”, XXVI Concorso regionale per i migliori oli extravergine di oliva promosso da Unioncamere Lazio. I premi ai produttori della Tuscia. Secondo posto nella categoria “Fruttato medio” la Società Agricola Villa Caviciana di Grotte di Castro per il suo “Villa Caviciana”. Dominio nella categoria “Fruttato Leggero”: primo l'Oleificio 3C di Lorenzo e Biagio Cioccolini di Vignanello con il “Frantoio Cioccolini”, secondo posto per la Società Agricola Sciuga di Montefiascone con il suo “Il Molino”. Per quanto riguarda le sezioni dedicate alle varie dop, nella Canino dop Fruttato Intenso prima l'azienda agricola Laura De Parri di Canino con il “Cerrosughero Canino dop; secondo il Frantoio Gentili di Farnese con il “Canino dop”. Nella sezione onino Zelinotti” Fruttato Medio primo il Frantoio Archibusacci dal 1888 con il “Principe di Canino”; secondo il Frantoio Oleario di Gentilucci e Papacchini di Cellere con il suo “Canino dop”. Per la tipologia Tuscia dop Fruttato Intenso prima la società agricola cooperativa Colli Etruschi di Blera con il suo “Evo”; nella categoria Fruttato Leggero prima la società agricola Sciuga di Montefiascone con “Il Molino”, seconda la Società Cooperativa Agricola Appo di Viterbo con il suo “Olio Appo Oleificio di Gradoli Tuscia dop. Inoltre ha vinto il premio “Tonino Zelinotti” per la migliore confezione il Frantoio Tuscus di Giampaolo Sodano e C. di Vetralla per il “Tuscus Tuscia dop”.