Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rescisso il contratto: si fermano i lavori alla palestra di Santa Barbara

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Rescisso il contratto alla ditta: i lavori della palestra di Santa Barbara, completati al 93%, si fermano a un passo dal traguardo. In realtà il cantiere era già fermo da tempo, tanto che il capogruppo di Forza Italia Giulio Marini la settimana scorsa aveva documentato lo stato di abbandono dell'area, all'interno del parco delle Querce, spedendo poi le foto all'assessore ai lavori pubblici. E' di ieri la determina con cui il responsabile del procedimento, sulla base di quanto deliberato dalla giunta il 16 maggio, ha “risolto” il contratto con l'impresa Co.ge.di. srl di Montefiascone, per inadempienze contrattuali. “Non siamo stati particolarmente fortunati”, ammette l'assessore Alvaro Ricci, che però non drammatizza: “Il grosso dei lavori è praticamente fatto, mancano i bagni interni e delle piccole migliorie. Appena le procedure di risoluzione del contratto saranno completate e saremo tornati in possesso dell'impianto, affideremo i lavori per terminarlo. Ci vorrà non più di un mese". Date precise, sull'inaugurazione del “centro civico sportivo integrato” Ricci evita però di darle, visti i precedenti. “In corso di esecuzione dei lavori sono emersi a carico dell'appaltatore diversi e gravi inadempimenti, irregolarità e ritardi rispetto alle obbligazioni contrattuali come risulta dalla relazione del direttore dei lavori del 31.03.2017 - si legge nella delibera - nella quale si accerta l'inadempimento da parte dell'impresa a quanto disposto, tra l'altro, dagli ordini di servizio”. Al di là del burocratese, il Comune contesta alla ditta sostanzialmente la mancata realizzazione dei bagni e anche alcuni difformità tra quanto realizzato e il progetto originario. In particolare in ordine al tetto in lamiera anziché in tegole canadesi e nel prospetto del fabbricato, come spiega Marini, che accusa l'amministrazione di “leggerezza” nel controllo dei lavori.