Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Malore durante un'esercitazione: muore allievo maresciallo

Il policlinico Umberto I

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Lutto alla Scuola sottufficiali dell'Esercito per la morte, martedì mattina, di un allievo maresciallo, Daniele Ferrante, di 39 anni. Il giovane è deceduto all'ospedale Umberto I di Roma, dove era ricoverato da quattro giorni in seguito ad un grave malore che lo aveva colto durante un'esercitazione. Spetterà ora all'autopsia far luce sulle esatte cause del decesso. I fatti sono accaduti alla Scuola fanteria di Cesano, dove il militare, di stanza presso la caserma viterbese, era stato distaccato per qualche giorno per perfezionare l'addestramento fisico. Paracadutista di origini siciliane, con alle spalle numerose e importanti missioni all'estero, sembra che poco prima di sentirsi male avesse assunto della tachipirina. La notizia della morte di Daniele Ferrante è arrivata ieri mattina nella scuola viterbese come un fulmine a ciel sereno, causando profonda tristezza in tutti i colleghi e nei quadri dell'istituto. In particolare, sono rimasti molto scossi gli allievi provenienti come lui dai paracadutisti. Angelo Serra e Paolo Pesci, con cui era molto amico, avendo condiviso con loro lunghi anni di servizio militare, lo ricordano come un ragazzo molto serio, umile e pieno di allegria. Cordoglio è stato anche espresso dal capo di stato maggiore dell'Esercito, il generale di corpo d'armata Danilo Errico. Come detto, spetterà ora all'autopsia che è stata disposta dall'autorità inquirente far luce sulle esatte cause del malore e della successiva morte.