Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Superstrada interrotta per viadotto non sicuro: serviranno almeno 4 mesi di lavori

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Il danneggiamento del pilone del viadotto Montoro sulla superstrada Orte-Terni (chiuso perché ritenuto pericoloso) è stato scoperto grazie alle immagini riprese da un drone dell'Anas. A rivelare la curiosità sono stati gli stessi tecnici dell'azienda, che hanno spiegato che il problema è nella testa della pila verticale. La trave di destra è a posto, quella di sinistra si è spostata con gli anni, forse anche per qualche evento sismico. Attualmente si regge appena sullo spigolo. Da qui la decisione di interdire anche alle auto, e non solo ai mezzi pesanti, il transito del viadotto. L'Anas ha assicurato che, per ripristinare l'opera, verrà seguita una procedura molto veloce: per accorciare i tempi della progettazione e della conseguente approvazione e realizzazione dell'intervento sarà infatti messo in campo un nutrito pool di ingegneri. Stimato in quattro mesi il periodo minimo per ripristinare la circolazione sul viadotto. Al momento, a dimostrazione della volontà di bruciare le tappe, sono già in corso i lavori sul fondovalle, sotto la pila interessata, dove si sta eliminando la boscaglia per consentire ai tecnici e agli operai di accedere alla struttura. La chiusura del viadotto, oltre a creare forti disservizi ai flussi di merci e alla mobilità privata da e per l'Umbria, sta creando disagi anche agli abitanti di Caldare. Il quartiere infatti sorge proprio a ridosso del casello della A1 e arriva fino a San Liberato di Narni. In particolare, nella giornata di mercoledì entrare e uscire da Caldare è stata un vera odissea per il traffico impazzito.