Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, l'Università della Tuscia sospende tutte le attività didattiche

default_image

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Il rettore dell'Università della Tuscia di Viterbo Stefano Ubertini ha disposto la sospensione di tutte le attività didattiche fino al 15 marzo. Il provvedimento segue la notizia secondo la quale la studentessa georgiana ricoverata ieri all'ospedale Spallanzani di Roma e anche un docente della stessa università viterbese sarebbero risultati positivi al test per il coronavirus. LEGGI: positivi al coronavirus studentessa e docente Questo il comunicato del rettore: "Il rettore dell'Università degli studi di Viterbo Stefano Ubertini, sentite le autorità preposte, ha disposto la sospensione dalle ore 14 di oggi 4 marzo di tutte le attività didattiche, specialistiche, aggregative, tirocini ed altro presso tutti i Dipartimenti dell'Unitus di Viterbo fino al 15 marzo. Rinviati incontri, riunioni e anche il concerto di sabato prossimo 7 marzo. Questo a seguito della positività al Covid-19 di un docente del polo di Agraria e di una studentessa di nazionalità georgiana già allo 'Spallanzani' di Roma. Il docente l'ultima volta ha frequentato i locali dell'Università della Tuscia il 20 febbraio. La sospensione delle attività didattiche è stata decisa in via precauzionale, per motivi di contenimento e per consentire la igienizzazione di tutti i locali. La situazione è costantemente sotto controllo sia da parte delle autorità sanitarie sia di quelle universitarie. Ulteriori aggiornamenti saranno oggetto di altre comunicazioni".