Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Picchia pensionato per rubargli il cellulare

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Aggredisce un pensionato a calci e pugni per portargli via il cellulare. Ma la fuga dell'aggressore, un  cinquantenne, è durata appena un paio d'ore. I carabinieri lo hanno rintracciato e arrestato in base alla descrizione fornita dall'anziano picchiato e rapinato che, invece, ha terminato la sua serata al pronto soccorso. Tutto è avvenuto intorno alle 20 di venerdì sera nel centro abitato di Tuscania. La vittima, un pensionato di 74 anni, è stato aggredito alle spalle dal cinquantenne. Calci, pugni e minacce per strappargli di mano lo smartphone. Ma in piazza Mazzini sono intervenuti i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Tuscania inviati lì dalla centrale operativa che aveva raccolto la telefonata al 112 fatta da alcune persone che avevano assistito alla scena. I militari hanno soccorso la vittima e in base alla sua descrizione le ricerche si sono immediatamente indirizzate verso il cinquantenne, persona che più volte in passato ha avuto a che fare con i carabinieri e che i militari, dunque, conoscono benissimo. L'uomo è stato rintracciato a un centinaio di metri da dove è avvenuta l'aggressione. Quando ha visto i carabinieri arrivare ha tentato una goffa fuga. Ma i militari lo hanno immediatamente immobilizzato e portato in caserma. Quindi è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa della direttissima.