Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' il Liceo Meucci la miglior scuola della Tuscia, Il Ruffini primo tra gli Scientifici

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Il Ruffini di Viterbo svetta tra i licei scientifici, il Cardarelli di Tarquinia conquista il primato tra i licei classici, ma la fascia di migliore scuola superiore della Tuscia in valori assoluti quest'anno se la aggiudica lo scientifico ad indirizzo scienze applicate Meucci di Ronciglione. E' il risultato di Eduscopio, l'annuale pagella che la Fondazione Agnelli assegna agli istituti secondari di secondo grado italiani, diventata una bussola fondamentale per orientare le scelte di genitori e studenti, ma anche una cartina di tornasole per le scuole-azienda che, nell'era (si spera breve) delle competenze, devono misurare la qualità e la maturità del proprio “prodotto”, quello che ogni anno, terminato il ciclo di studi, si iscrive all'università. La principale novità rispetto all'indagine dello scorso anno è proprio il balzo in avanti del Meucci di Ronciglione, che ottiene sia il primo posto assoluto con l'indirizzo di scienze applicate, che il secondo, con l'indirizzo linguistico, rispettivamente con indici Fga pari a 82,89 e 79,98. E' proprio quest'indice (acronimo di Fondazione Giovanni Agnelli), che unisce la media dei voti riportati dagli studenti iscritti al primo anno universitario con la percentuale di crediti conseguiti, il principale misuratore delle performance degli istituti. Entrando nel dettaglio, la classifica dei Licei classici è dominata dal Cardarelli di Tarquinia che con un indice di 75,18 scalza il prestigioso Buratti di Viterbo (74,01). Al terzo posto si piazza il Colasanti di Civita Castellana con Fga pari a 69,3, al quarto il Dalla Chiesa di Montefiascone. Sul fronte degli scientifici “puri”, come sempre non c'è storia: è il glorioso Ruffini a staccare tutti con Fga di 78,05 (terzo posto nella classifica assoluta), seguito dal Dalla Chiesa di Montefiascone (70,74), dal Meucci di Ronciglione (70,26), dal Cardarelli di Tarquinia (69,72) e dal Canonica di Vetralla (64,43). Il Ruffini deve però arrendersi al Meucci nella partita a due delle scienze applicate. Il liceo ronciglionese, in questo caso con la sede di Bassano Romano intitolata anch'essa al partigiano Mariano Buratti, conquista il primato anche dei linguistici: 1° posto, e secondo risultato assoluto, con indice pari a 79,98. Il Buratti di Viterbo segue a distanza con indice 58,85, tallonato dal Midossi (sede di Nepi) con il 56,23. Un altro glorioso “marchio” dell'educazione viterbese, il Santa Rosa, svetta tra le scienze umane, comprese quella della variante economico sociale. Il miglior istituto tecnico economico della Tuscia è invece il Dalla Chiesa di Montefiascone (Fga 62,61), seguito dal Paolo Savi di Viterbo (52,75), dal Besta di Orte (33,82) e dal Cardarelli di Tarquinia (32,75). Infine, il Leonardo da Vinci di Viterbo si aggiudica il titolo di miglior istituto tecnico tecnologico (Fga 49,49). Dietro ci sono il Fratelli Agosti di Bagnoregio (46,2) e il Midossi di Civita Castellana (39,03). Chiude la classifica, relativa e assoluta, il Besta di Orte con un indice Fga pari a 20,91.