Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ferrovia Roma Nord: per almeno tre anni corse ridotte e treni lumaca

default_image

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Se tutto va bene ci vorranno tra i 3 e i 4 anni per mettere a norma la ferrovia ex concessa Roma-Nord, colpita dal 1 luglio dalle nuove rigide regole sulla sicurezza, e per riportare alla piena funzionalità (si fa per dire) un servizio da sempre indegno di un paese sviluppato. Dalla riunione di ieri mattina a Roma sono uscite solo parziali rassicurazioni alle preoccupazioni dei sindaci dei comuni attraversati dalla linea e dei tanti pendolari che quotidianamente, nonostante tutto, ancora la utilizzano. Alla presenza dei tecnici regionali e di Atac, e del consigliere Emiliano Minnucci, membro della commissione regionale trasporti, sono state illustrate le soluzioni già messe in campo, attraverso il trasporto sostitutivo su gomma, e i futuri interventi nel breve, medio e lungo termine: dal raddoppio del binario fino a Morlupo all'adeguamento agli attuali standard di sicurezza di treni che oggi utilizzano ancora il vecchio blocco telefonico. Resta confermato il taglio di 22 corse: in pratica vengono soppresse tutte le corse in controflusso, come si dice in gergo, per evitare incroci tra convogli oggi sprovvisti di controlli elettronici. Inoltre i treni dovranno mantentere il limite di velocità di 50 km orari e fermarsi a ogni passaggio a livello: lungo la linea, al netto di quelli già messi in sicurezza, ce ne sono in totale 105, di cui 51 in provincia di Roma e 54 in provincia di Viterbo (14 solo nel territorio di Civita Castellana). I già biblici tempi di percorrenza di questa via crucis su ferro diventano così abnormi: circa 25-30 minuti l'aggravio da Civita a Roma e poco meno da Civita a Viterbo. Su istanza dei sindaci, già nel corso della prossima settimana, si terrà una nuova riunione per organizzare una rete di trasporto pubblico intercomunale. “L'impegno delle parti - si legge in una nota congiunta - è quello di arrivare al mese di settembre con un piano di trasporto integrato in grado di ridurre al minimo i disagi, collaborando fattivamente per il rispetto del cronoprogramma degli interventi strutturali, necessari a rendere la ferrovia Roma Nord una linea moderna in linea con gli standa