Geotermia, il governo decide

VITERBO

Geotermia, il governo decide

31.07.2019 - 14:53

0

Il progetto per la realizzazione dell’impianto geotermico pilota a Castel Giorgio, al confine con i comuni dell’Alta Tuscia, sbarca in Consiglio dei ministri. Oggi, 31 luglio,  è in programma la discussione per l’autorizzazione, ma dal bacino del Lago di Bolsena si alza nuovamente la voce contraria dei sindaci. “L’approvazione sarebbe una sciagura, siamo pronti anche a ingaggiare una battaglia legale per impedire la costruzione dell’impianto”, dice il primo cittadino Paolo Dottarelli. “La geotermia vincerà e vincerà anche la legalità”, risponde idealmente a distanza, durante una diretta Facebook, Diego Righini, general manager della Itw Lkw Geotermia spa, la società che ha proposto l’impianto.
Qualche passo indietro per capire di cosa si parla. L’idea risale al 2012 quando la società in questione avviò l’iter. L’impianto pilota prevede l’utilizzo di energia termica proveniente dal sottosuolo di Torre Alfina: 5 pozzi di produzione di acqua calda, un sistema di tubazioni per convogliarla verso l’impianto per la produzione di energia e 4 pozzi di reiniezione dell’acqua nel sottosuolo. Da subito è partì un braccio di ferro con le amministrazioni comunali e alcune associazioni ambientaliste che continua tuttora e che si è riacceso alla vigilia della discussione in Consiglio dei ministri.
Oltre al sindaco di Bolsena, si sono dichiarati nel tempo contrari quelli del bacino del lago oltre al primo cittadino di Acquapendente, Angelo Ghinassi. Le ragioni del “fronte del no” sono state sostanzialmente riassunte in una lettera che Paolo Dottarelli ha inviato nei giorni scorsi ai ministri e a un lungo elenco di funzionari ed enti pubblici che hanno in quelche modo voce in materia. “L’impianto preleverà per almeno 25 anni circa mille tonnellate all’ora di fluido geotermico ad alta temperatura dalla roccia carbonatica sotto al bacino del Tevere in Umbria, e li scaricherà raffreddati sotto il bacino idrogeologico del lago di Bolsena. Una parte dei fluidi risalirebbe verso la falda superficiale il cui deflusso è in direzione del lago nel Lazio”, scrive nella lettera. Tutto questo per i sindaci e per gli ambientalisti che si oppongono all’impianto potrebbe causare dei micro terremoti nell’area aumentando il rischi sismico. Ma il manager della società che ha proposto il progetto, sempre nella diretta social di ieri, ha ribadito “che non c’è nessun documento scientifico ufficiale che dimostra il potenziale collegamento tra i pozzi a Torre Alfina e le falde del lago”. Le amministrazioni contestano anche il parere favorevole alla la valutazione di impatto ambientale. “Lo studio Via fu affidato nel 2014 a una singolare terna di tecnici costituita da un astrofisico, un geologo specializzato in ghiacciai alpini e un avvocato. Alla riunione plenaria espresse parere contrario il professor Andrea Borgia, unico vero esperto di geotermia a livello universitario”. Il voto di oggi non darà il via libera definitivo ai lavori, prima di aprire il cantiere ci sarà bisogno anche di alcuni passaggi burocratici a livello locale. Tuttavia, spiega il sindaco di Bolsena, “un voto favorevole peserà come un macigno e sarà comunque decisivo. In quel caso siamo pronti ad impugnare avviando una battaglia legale, ci siamo sentiti anche con il sindaco di Castel Giorgio e anche lui è d’accordo”.
Intanto il caso sbarca anche in parlamento. Il deputato Mauro Rotelli (FdI) presenterà interrogherà il governo durante il question time, mentre, mentre Francesco Battistoni (Forza Italia) chiede al governo di “fare chiarezza, perché la salute della popolazione del Lago di Bolsena va tutelata”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

William e Kate, calda accoglienza nel nord del Pakistan

William e Kate, calda accoglienza nel nord del Pakistan

Islamabad, 17 ott. (askanews) - Ai piedi di un ghiacciaio per vedere dal vivo gli effetti del riscaldamento globale. I reali britannici William e Kate, da alcuni giorni in visita in Pakistan, hanno fatto tappa in una località remota nella catena montuosa dell'Hindu Kush, nel nord del paese. Qui sono stati accolti da quattromila persone. La comunità locale ha celebrato il loro arrivo con una ...

 
All'asta la giacca di pelle di Olivia Newton-John in "Grease"

All'asta la giacca di pelle di Olivia Newton-John in "Grease"

Roma, 17 ott. (askanews) - Dalla famosa giacca di pelle nera con cui ballava accanto a John Travolta, a quella rosa delle "Pink Ladies" con scritto davanti il suo nome 'Sandy' indossate in "Grease"; dai gioielli utilizzati sul set ad altri cimeli e foto inedite. Oltre 500 pezzi tra abiti, accessori, oggetti della collezione privata di Olivia Newton-John sono stati esposti all'Hard Rock Cafe di ...

 
Taglio Parlamentari, Gargani (Comitato per il No): "Il Parlamento non funzionerebbe"

Taglio Parlamentari, Gargani (Comitato per il No): "Il Parlamento non funzionerebbe"

(Agenzia Vista) Roma, 17 ottobre 2019 Taglio Parlamentari, Gargani: "Il Parlamento non funzionerebbe" "Con questa legge il Parlamento non funzionerebbe", così il Presidente del nascente comitato No al Taglio dei Parlamentari, Giuseppe Gargani, a margine della conferenza stampa tenutasi oggi alla Camera. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Regioni, De Micheli: "Rapporto improntato alla concretezza"

Regioni, De Micheli: "Rapporto improntato alla concretezza"

(Agenzia Vista) Roma, 17 ottobre 2019 Regioni, De Micheli: "Rapporto improntato alla concretezza" Le dichiarazioni del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti alla conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

Cultura

Caffeina, divorzio da Viterbo: il Christmas Village emigra

''Non ci sono le condizioni per fare il Christmas Village a Viterbo anche per il 2019". Caffeina prende cappello e va in esilio. Il presidente della Fondazione Carlo Rovelli, ...

08.09.2019

Francesca Lotta vince il premio dedicato a Mia Martini

SUTRI

Francesca Lotta vince il premio dedicato a Mia Martini

La splendida voce di Sutri, quella di Francesca Lotta, ha vinto la quinta edizione del Premio “Mimi Sarà” per la categoria over 40. La finale si è svolta domenica scorsa a ...

05.09.2019

Santa Rosa

PILASTRO

Il trasporto
della Minimacchina

Il trasporto della Minimacchina di Santa Barbara

25.08.2019