Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Piove dal tettoPalaMalè allagato

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Piove dentro al PalaMalè. Nella mattinata di mercoledì 5 novembre la struttura è stata per ore inagibile alla pratica sportiva. Il consorzio che mette insieme Stella Azzurra, Nuova Fortitudo Viterbo e Defensor Viterbo ha inviato una lettera in Comune, al sindaco Michelini, all'assessore Saraconi e al dirigente competente per chiedere interventi.  Questo il testo della lettera inviata dal presidente del Consorzio Patrizia Lupino "Quale consorzio attualmente affidatario dell'impianto in oggetto, comunichiamo che questa mattina (mercoledì 5 novembre) il Palazzetto dello sport risultava di fatto inagibile. Il terreno di gioco era infatti coperto da numerose pozze causate dalle infiltrazioni di acque meteoriche. La struttura è stata, per la verità, oggetto di un intervento di riparazione conclusosi la scorsa settimana. La ditta che si è comunque prodigata per tentare di risolvere il problema, aveva già fatto presente che tale operazione probabilmente non avrebbe potuto avere effetti risolutivi, causa lo stato di assoluto degrado del tetto che necessita di una sostituzione della lamiera di copertura. Purtroppo tale preoccupazione si è rivelata reale e ad oggi il palazzetto risulta comunque non utilizzabile, in caso di maltempo, per il regolare svolgimento delle gare programmate. Ricordiamo che in tale impianto svolgono la propria attività due squadre impegnate in campionati nazionali (la Stella Azzurra in serie B maschile e le ANTS in serie A2 femminile) che lo utilizzano anche per le attività del settore giovanile e la Fortitudo che milita nella serie C1 regionale. Il perdurare dell'attuale stato di cose impedirebbe di fatto, in caso di pioggia, lo svolgimento degli incontri, con la conseguente applicazione da parte federale della sanzione della perdita della gara e della multa. Tale eventualità causerebbe gravissimi danni alle società locali, sia in termini di immagine che economici, con tutte le ovvie e prevedibili conseguenze del caso",