Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Arrestato l'amministratore delegato di Audi

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

L'amministratore delegato di Audi, Rupert Stadler, è stato fermato e preso in custodia in Germania nell'ambito dell'inchiesta sullo scandalo delle emissioni truccate di motori diesel. Lo ha reso noto il pubblico ministero di Monaco. La procura tedesca, che a fine maggio ha messo sotto indagine lo stesso Rupert Stadler e un altro membro del cda per presunta "frode", ha giustificato l'arresto parlando di "rischio di occultamento di prove". Lo scandalo Dieselgate è scoppiato a settembre 2015 nel gruppo Volkswagen, la casa madre di Audi e Porsche. La Us Environmental Agency (Epa) ha accusato il più grande produttore auto del mondo di aver equipaggiato 11 milioni di auto diesel con un software in grado di distorcere i risultati dei test sull'inquinamento e di nascondere un livello di emissioni fino a 40 volte gli standard permessi. Da allora, il Dieselgate è costato più di 26 miliardi di euro al gruppo Volkswagen e ha danneggiato l'immagine dell'industria auto, fiore all'occhiello della manifattura tedesca, e del diesel, la sua tecnologia di punta.