Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Nuovo appalto entro primavera

default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Entro primavera 2018, forse anche prima. Il bando di gara per il nuovo appalto del servizio della raccolta dei rifiuti arriverà prima della scadenza del mandato del sindaco Michelini. Parola di Maurizio Tofani, assessore ai rifiuti, che si trova a gestire la partita delicatissima. Che la raccolta dei rifiuti, con annesso fenomeno degli abbandoni, abbia rappresentato infatti, in questi quattro anni, il tallone d'Achille dell'amministrazione comunale è tutt'ora sotto gli occhi di tutti, anche se gli occhi di Tofani notano un sensibile miglioramento rispetto al passato. La storia sembra dunque destinata a ripetersi: così come ereditò, al suo insediamento, l'appalto confezionato e affidato (alla Viterbo Ambiente) dalla precedente amministrazione Marini, l'attuale giunta lascerà ai successori il nuovo contratto (quello in essere scadrà a settembre 2018). Si spera migliore. L'idea è quella di eliminare una volta per tutte le famigerate isole di prossimità nelle zone periferiche, da tutti ritenuto il “peccato originale” dell'attuale appalto, diventate in questi anni, complice l'inciviltà dei cittadini (per la maggior parte di altri comuni), delle discariche a cielo aperto. “Presto in commissione partità l'iter per la stesura del nuovo bando - spiega l'assessore Tofani - Ci auguriamo di poter avviare una discussione il più possibile condivisa. L'obiettivo è eliminare tutte quelle criticità registrate in questi anni, a cominciare dalle isole di prossimità. Il lavoro della commissione culminerà con un atto di indirizzo, che il consiglio comunale dovrà alla fine approvare e sulla base del quale verrà poi redatto l'appalto vero e proprio. Contiamo di poter bandidire la gara prima della fine della consiliatura".