Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

I teenager laziali sempre più connessi

default_image

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Adulti e ragazzi italiani vivono una vita sempre più social, con una media di più di 5 profili a testa. Nel Lazio, sono sempre più connessi via smartphone (il 96% degli adulti e il 96% dei ragazzi ne possiede uno), ma sono quasi del tutto inconsapevoli delle conseguenze delle loro attività in rete: la metà dei ragazzi (53%) e un terzo degli adulti (30%) non sa che mentre naviga i suoi dati vengono registrati e spesso chi ne è consapevole non sa però esattamente quali, in buona parte se ne dicono preoccupati (l'83% degli adulti e il 66% dei ragazzi), ma hanno ormai interiorizzato l'idea che la loro cessione sia il giusto prezzo per essere presenti on line e accedere ai servizi che interessano loro. E' lo scenario che emerge dalla ricerca inedita di Ipsos per Save the Children su “Il consenso in ambiente digitale: percezione e consapevolezza tra i teen e gli adulti”, diffusa ieri in occasione del Safer Internet Day, la giornata annuale per la promozione di un utilizzo sicuro e responsabile delle tecnologie digitali.