Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cotral, rischia di bloccarsila consegna dei nuovi bus

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

I pendolari dovranno in qualche modo rassegnarsi a viaggiare ancora per un po' di tempo sui vecchissimi bus del Cotral. La consegna dei nuovi mezzi, annunciati da mesi, potrebbe infatti slittare e non di poco. Il Tar ha infatti accolto parzialmente il ricorso presentato dalla società Romana Diesel contro l'assegnazione alla società polacca Solaris. In ballo c'è la fornitura di 300 bus che devono servire una flotta che, in alcuni casi, comprende mezzi che viaggiano da più di 15 anni. Il Tar ha accolto le eccezioni dalla Roma Diesel rispetto al calcolo dei costi di manutenzione, tuttavia nel verdetto si conferma che la procedura di gara è legittima. Proprio per questo lo staff legale della Cotral è al lavoro per capire i risvolti di questo pronunciamento. e, soprattutto, capire quali saranno le conseguenze. La consegna dei primi bus, considerando il ritardo messo già in conto per il ricorso presentato, era prevista, settimana più settimana meno, per l'autunno. Questo stop rischia di allungare i tempi, specialmente se si dovrà procedere a un nuovo bando. Evenienza quest'ultima che tuttavia al momento non sarebbe presa in esame: il verdetto, pur dando ragione al ricorrente, non avrebbe conseguenze sull'esito della gara che sarebbe stata giudicata, anche dai giudici amministrativi, regolare. Per i questo i legali della Cotral stanno scandagliando parola dopo parola, ogni virgola e ogni punto delle 50 pagine della sentenza del Tar. Bisogna capire se c'è il pericolo di altri ricorsi al Consiglio di Stato.