Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Talete, dal Pd via libera al Parca e agli aumenti in bolletta

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

In vista della conferenza Ato in programma per domani, giovedì 18 dicembre, alcuni sindaci del Pd annunciano il voto positivo al piano di risanamento Parca e si dicono favorevoli alla copertura del debito pregresso della società tramite una correzione alla tariffa. “La situazione economica e finanziaria della società Talete spa non consente di indugiare oltre rispetto alla necessità di prendere precise ed inderogabili decisioni che si ripercuotono sulle nostre comunità – fanno sapere in una nota Gianluca Angelelli sindaco di Civita Castellana, Alberto Bambini sindaco di Acquapendente, Angelo Cappelli sindaco di Capranica, Luciano Cimarello sindaco di Montefiascone, Mauro Mazzola sindaco di Tarquinia, Leonardo Michelini sindaco di Viterbo, Aldo Maria Moneta sindaco di Canepina - Spetta a tutti, quindi, nei rispettivi ruoli un'assunzione di responsabilità in forza di un mandato elettorale ma soprattutto per onorare la fiducia che i cittadini ci hanno accordato per affrontare e risolvere i problemi, specie riguardo i servizi pubblici essenziali, che investono le nostre terre. A differenza di ciò che sostiene il presidente Meroi, con ricostruzioni strumentali e fantasiose, la Regione Lazio per l'emergenza arsenico, nella persona del presidente Zingaretti, ha preso impegni precisi circa il sostegno totale per la gestione degli impianti di dearsenificazione e defluorizzazione. Parliamo di oltre 15 milioni di euro per il corrente anno 2014 e per il 2015, sgravando quindi di tali costi le nostre comunità. Il presidente Meroi è a conoscenza del fatto che tali somme, come già annunciato in sua presenza dall'assessore Refrigeri nella seduta del consiglio provinciale aperto, sono destinate alla gestione e manutenzione degli impianti attraverso le ditte costruttrici, contratto sottoscritto proprio il 4 dicembre ultimo scorso. A questo punto riteniamo che il territorio deve saper fare la propria parte. L'amministrazione provinciale, insieme ai sindaci, non può sottrarsi ad assumere impegni concreti per garantire ai cittadini il servizio idrico poiché non ha ormai alcuna scusa circa un diretto intervento della Regione Lazio tante volte evocato nelle assemblee dei soci Talete spa e nelle conferenze dell'Aro 1. Rispetto all'assise prevista per domani (gioved' 18 dicembre ndr) riteniamo utile, già da ora, dichiarare il nostro impegno per un voto favorevole al progetto Parca nel suo insieme. Siamo inoltre disponibili a promuovere una scelta inequivocabile e netta rispetto ad atti che vadano verso il rilancio ed il riequilibrio economico-finanziario della Società Talete spa. A tal proposito - concludono i sindaci -  siamo disposti a verificare, insieme agli organi della società, un'operazione tesa a dare il giusto respiro tramite operazioni già presenti all'interno del progetto Parca. Siamo altresì pronti ad assumerci la responsabilità della copertura del debito pregresso della società tramite una correzione alla tariffa per far fronte alle esigenze immediate dovute al pignoramento della società Hera spa, fornitrice di energia elettrica. Sulla base di questa volontà chiediamo all'amministrazione provinciale e a tutti i sindaci un impegno altrettanto preciso e concreto per il futuro della società, per garantire un servizio efficiente agli utenti, per tutelare il destino dei lavoratori, senza ricercare in altre Istituzioni la soluzione ad un problema che è tutto nelle nostre mani”.