Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Lavori per oltre un milione a parchi e giardini

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Riqualificazione di Pratogiardino, dei parchi giochi e del parco di via del Colle a San Martino. Inoltre, aree per i cani, censimento degli alberi e nuovi giochi per le scuole materne. “Il 2020 sarà l'inizio di una nuova era”, dice il sindaco Arena. Che, per tutti questi interventi, ha presentato progetti per un milione e 100 mila euro. A fare il punto della situazione è stato il dirigente Eugenio Monaco: “Finalmente non si guarda più al breve periodo: si è fatta una programmazione. In tal modo possiamo prevenire i danni invece che intervenire dopo. L'albero, per via di piogge e vento, è percepito come una fonte di pericolo. Una potatura adeguata dà sicurezza”. Nella Sala Regia, a parlare dell'iniziativa erano presenti anche l'assessore Enrico Contardo; l'architetto Raffaele Ascenzi, che si occuperà di Pratogiardino; l'architetto Gianni Cesarini, che gestirà gli interventi al parco di via del Colle; il professore Giorgio Balestra del Dafne, responsabile delle alberature; è il presidente della società Phydia, Vincenzo Tagliavento, che si occuperà da vicino delle malattie delle piante. Il progetto per la bonifica delle aree e per le alberature del parco di via del Colle a San Martino è stato redatto dall'architetto Fabio Fanti: 39 mila euro per la sua riapertura. L'incarico alla società Phydia per il censimento del patrimonio arboreo costerà 41 mila euro. Altri 133 mila euro andranno per i viali alberati. Per rivitalizzare il parco di via del Colle serviranno 100 mila euro e per le aree per lo sgambamento dei cani altri 26 mila. Per le alberature ci sono 125 mila euro. Ripristinare i giochi nei parchi costerà 85 mila euro. Per la palestra all'aperto di Pratogiardino sono stati previsti invece 20 mila euro. Per altri lavori sempre a Pratogiardino altri 100 mila euro. Inoltre, per il 2019-2020, sono stati impegnati 439 mila euro per il taglio delle essenze arbustivo-erbacee in frazioni, scuole e parchi. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 19 NOVEMBRE E NELL'EDICOLA DIGITALE