Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Luce e gas, impossibile riattivare le utenze cessate

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Acquistare un'abitazione, ristrutturarla e alla vigilia del trasferimento scoprire che è impossibile, o quasi, attivare le utenze di luce e gas. Succede sempre più spesso nella Tuscia, dove da inizio 2018 a oggi 200 persone si sono rivolte alla Confconsumatori per denunciare l'odissea kafkiana che un utente si trova ad affrontare qualora il precedente intestatario del contratto abbia subito distacchi del contatore per morosità. “Siamo ormai in mano alle grandi aziende produttrici di energia, le quali si fanno forte dell'essere fornitori di servizi per noi indispensabili - afferma il presidente della Confconsumatori Antonio Nobili -. Assistiamo sempre più a casi in cui, se si acquista un immobile per il quale al precedente titolare sono state cessate le utenze per morosità, il nuovo proprietario si trova impossibilitato ad attivare luce e gas, nemmeno chiedendo l'istallazione di nuovi contatori a proprio nome. Le compagnia adducono giustificazioni nella maggior parte dei casi pretestuose o non veritiere”. E' un vero e proprio comportamento vessatorio quello che viene messo in atto nei confronti dei consumatori, sottolinea Nobili: “Tanto più che si vanno a penalizzare gli utenti onesti, coloro i quali hanno sempre pagato regolarmente quanto richiesto e che si trovano a scontare pene altrui. Ci viene il dubbio che questo comportamento assurdo dei venditori dipenda anche dal fatto che per l'attivazione di contatori, soprattutto del gas, il guadagno sia molto inferiore rispetto a quello assicurato da un cambio di fornitore per un contratto già in essere. In quest'ultimo caso, infatti, l'utente viene continuamente tartassato di proposte commerciali dalle varie società di vendita, mentre qualora voglia attivare una nuova fornitura, e quindi far riaprire un contatore chiuso da anni, gli ostacoli diventano tanti e a volte insormontabili”.  ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 4 NOVEMBRE E NELL'EDICOLA DIGITALE