Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Niente remuntada, Viterbese fuori. Il presidente dell'Arezzo finisce all'ospedale

Luca Feliziani
  • a
  • a
  • a

Niente da fare per la Viterbese. La “remuntada” non è riuscita agli uomini di Rigoli ed a passare alle semifinali è stato l'Arezzo. Troppo cinici sono stati i toscani che hanno condotto un ritorno fatto di attenzione nella gestione e nel colpire nei momenti decisivi. Il punteggio finale è stato di 0-2 per gli amaranto che, sommato al 0-3 dell'andata, non ha lasciato scampo ai gialloblu. Mister Rigoli cambiava assetto alla sua squadra e passava dal 3-5-2 di domenica scorsa al 4-3-3. Il modulo si conformava più al pensiero tattico dell'allenatore. Davanti a Valentini la difesa si formava con Rinaldi e Sini centrali, Atanasov terzino destro e Mignanelli a sinistra; Damiani regista affiancato da Tsonev e Palermo mezzali rispettivamente a destra e sinistra; Luppi ala destra, Vandeputte a sinistra e Polidori punta centrale. Tensione all'inizio del match per l'incidente al presidente dell'Arezzo Giorgio La Cava all'interno del tunnel che porta agli spogliatoi del Rocchi. Il patron toscano è stato trasportato per accertamenti a Belcolle.