Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coppa Italia, Carbognanotravolto a Venafro (6-0)

I giocatori del Carbognano a Venafro

Alessio Deparri
  • a
  • a
  • a

Nulla da fare per il Carbognano Calcio a Cinque nella gara di andata dei quarti di finale di Coppa Italia, fase nazionale. Troppe defezioni per il team di mister Cervigni. I campioni della Coppa Italia regionale del Molise dello Sporting Venafro  vincono 6-0 e fanno un passo avanti importante in ottica qualificazione. Nessun merito da togliere ai padroni di casa, ma il Carbognano è sceso in campo con il chiaro intento di limitare i danni. Assente praticamente tutta la squadra. Squalificati Ciarrocchi, Bernal, Ouafiq; infortunati Valerio Carosi e Martinozzi; Stefano Carosi che stringe i denti con l'influenza e capitan Morandi non al meglio per un acciacco muscolare. Tanti under e rooster di lista limitato a 10 giocatori. Prima convocazione per il piccolo Under 19 Lorenzo Brunetti,  classe 2001, che è stato premiato anche con la maglia numero 10. Fortunatamente il 90% saranno tutti a disposizione nella gara di campionato di sabato prossimo. I ragazzi ci hanno messo tanto cuore, ma un approccio non dei migliori ha complicato di molto la gara. Pochi minuti e subito sotto 2-0 con due ingenuità difensive. Poi i gialloverdi tengono, ma sono troppo imprecisi in ripartenza e sotto porta. Nel finale di tempo, arriva la terza rete di casa. 3-0 il parziale di tempo. Nella ripresa, i cimini iniziano ed hanno delle occasioni nitide: ma la poca lucidità legata al troppo minutaggio odierno, limita le possibilità ospiti. Il Venafro sfrutta alla grande la giornata è colpisce con die ripartenze micidiali. Nel finale, la sesta rete di casa con il portiere di movimento ospite. 6-0 finale ma in casa gialloverde nessun dramma, perché si era coscienti delle difficoltà che erano davvero troppe. Staff tecnico e dirigenziale guardano con fiducia al match di ritorno del 20 marzo al Palacus (ore 16) dove servirà un'impresa epica per proseguire l'avventura.  “Al ritorno sarà diverso e vedremo, in maniera spensierata, quello che potrà accadere. Le partite sono sempre da giocare comunque e questa squadra non molla mai nulla. Testa in serenità alla gara di sabato in campionato. Sotto con il lavoro: onore e testa alta, con grande umiltà!!”.