Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo e Rieti, nata la camera di commercio unica. Domenico merlani eletto presidente | Foto

Alessandro Quami
  • a
  • a
  • a

E’ nata ufficialmente la Camera di commercio dell’Alto Lazio, risultato della fusione tra gli enti di Viterbo e di Rieti. E Domenico Merlani, ex numero uno dell’Ente camerale viterbese, è il primo presidente. E’ stato nominato all’unanimità e in modo palese, per alzata di mano. “I territori della Tuscia e del Reatino sono ricchi di eccellenze e bellezze che devono essere sfruttate al meglio – sono state le prime parole di Merlani -. L’Alto Lazio è un unico grande territorio da cui partire per progetti trasversali di crescita socio-economica. Ora dovremo convocare al più presto una nuova seduta del Consiglio camerale affinché si formi la giunta che è l’organo di governo dell’ente”.

La giunta sarà composta dal presidente Merlani e da 5 tra i consiglieri (in tutto 28) che hanno eletto l’imprenditore viterbese. I cinque saranno i rappresentanti di commercio, industria, agricoltura, artigianato e turismo. “Dopo le ferie di agosto - ha precisato ancora Merlani - formeremo la squadra di governo, e da lì inizierà un lavoro di grande responsabilità per il nuovo soggetto nato dalla riforma del sistema camerale”. Prima di Merlani aveva preso la parola il commissario uscente dell’ente reatino, Giorgio Cavalli, che ha parlato di “accorpamento come grande opportunità per il sostegno alle imprese”. Le quali si trovano di fronte alla possibilità di godere della “messa a terra” dei miliardi del Piano nazionale di ripresa: “Le camere di commercio devono essere protagoniste della ripresa, aiutando le piccole imprese nella digitalizzazione, nell’internazionalizzazione e nello sviluppo dell’offerta turistica”, ha chiosato Cavalli.

 

Mentre la consigliera Luigia Melaragni (Cna Viterbo e Civitavecchia) ha salutato positivamente il lavoro svolto “nel complesso processo di riforma per arrivare alla nuova Camera di commercio. Un lavoro che non è finito e che, secondo Vincenzo Peparello (Confesercenti Viterbo), dovrà “concentrarsi su una efficace programmazione, soprattutto nel turismo, che potrà godere delle eccellenze presenti nel territorio dell’Alto Lazio”. Ma Peparello sa che per raggiungere questo obiettivo, “si deve dialogare con i Comuni e la Regione”. Tornando all’elezione all’unanimità del presidente Merlani, erano 26 i consiglieri presenti (assenti Bruna Rossetti e Rita Favero): Sergio Del Gelsomino, Mauro Pacifici, Alan Maximilian Risolo, Simone Bianchini, Daniela Lai, Luigia Melaragni, Stefano Signori, Tiziana Governatori, Rino Orsolini, Alessandro Di Venanzio, Leonardo Tosti, Loredana Badini, Luigi Manzara, Vincenzo Peparello, Patrizia Rocchetti, Michele Casadei, Riccardo Guerci, Domenico Merlani, Paolo Tigliè, Vincenza Bufacchi, Rita Giovannelli, Alberto Cavallari, Sergio Saggini, Stefania Pomante, Angelo Capone (ha presieduto la seduta) e Alessandro Moronti.