FiancoAFianco, l'assistenza di Generali alle vittime della strada

Riabilitazione, trasporti, aiuto domestico, barriere, supporto

13.07.2018 - 16:00

0

Roma, (askanews) - Supporto psicologico, assistenza per i percorsi di cura e riabilitazione e per l'abbattimento delle barriere architettoniche. Sono le azioni concrete di "FiancoAFianco", il nuovo programma di Generali Italia per le vittime di gravi incidenti stradali. Secondo gli ultimi dati Istat, ogni anno in Italia sono oltre 175 mila gli incidenti stradali con lesioni gravi alle persone.

Oltre al risarcimento del danno, "FiancoAFianco" offre un sostegno personalizzato di un consulente dedicato, prevede l'attivazione di un network di partner d'eccellenza per supportare i danneggiati e le loro famiglie e garantisce la possibilità di accedere a strutture per la medicina fisica e riabilitativa, cooperative di assistenza domiciliare e di trasporti; imprese edili per l'abbattimento di barriere architettoniche, officine specializzate nell'adattamento di auto con comandi speciali. Per attivare il protocollo, collegato a un'assicurazione RC auto, il consulente di Generali contatta la vittima del grave incidente stradale o la sua famiglia per individuare insieme le principali necessità. Viene proposto un piano riabilitativo personalizzato di soluzioni concrete per far fronte alle esigenze riscontrate e realizzare gli interventi condivisi; monitorato l'andamento del processo in ogni fase; la compagnia si fa carico direttamente di tutti i costi e al termine del percorso, si procede con la perizia medico legale e il risarcimento del danno.

Massimo Monacelli, responsabile delle assicurazioni danni di Generali Italia: "Come Generali stiamo investendo molto per far sì che la compagnia sia un vero partner di vita delle persone, delle famiglie e delle imprese. La sicurezza delle strade aumenta, la sicurezza dei veicoli anche, ma continuiamo ad avere centinaia di migliaia di gravi incidenti ogni anno con gravi conseguenze alle persone. Cerchiamo di abbracciare le persone perchè pensiamo che in questo modo noi esercitiamo fino in fondo il nostro ruolo di assicuratori; siamo partiti da alcuni mesi, abbiamo fatto una fase di sperimentazione di questo protocollo, abbiamo già decine di casi di successo perchè la reazione anche di tante vittime di questi incidenti è stata molto positiva".

Per offrire alle vittime i migliori percorsi di cura e riabilitazione Generali ha siglato un accordo con la Fondazione Don Carlo Gnocchi che procederà con una valutazione clinica multi-dimensionale specialistica, ambulatoriale o domiciliare e collaborerà per il progetto riabilitativo individuale personalizzato.

Il direttore sanitario della Fondazione Don Gnocchi, Francesco della Croce: "Il risultato positivo che si è avuto è nel vedere ricostituire una tranquillità nella famiglia e nel ripristino del set domestico delle persone, quindi la possibilità di risentirsi parte attiva della società civile".

Il percorso di cura proposto prevede anche un supporto psicologico a paziente e famigliari per maturare consapevolezza e favorire la fase di "adattamento" alla nuova condizione di disabilità.

Anna Maria Giannini, docente di Psicologia giuridica e forense all'Università La Sapienza di Roma e responsabile del progetto "ANIA Cares", pronto soccorso psicologico per le vittime della strada:

"La persona lasciata sola dopo un incidente stradale importante, sia essa la vittima diretta o la vittima indiretta, viene lasciata ad affrontare senza risorse un momento di vita drammatico e questo può dare origine all'impossibilità di ricostruire quei percorsi di resilienza che sono invece fondamentali".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Milano, blitz contro la banda di Comasina, 8 indagati

Milano, blitz contro la banda di Comasina, 8 indagati

(Agenzia Vista) Milano, 17 luglio 2018 Sono in totale otto gli indagati: sette per spaccio di sostanze stupefacenti, uno per il reato di riciclaggio. Sono questi i numeri di un'operazione della polizia di Milano partita da un'indagine condotta nei mesi scorsi in zona Comasina del capoluogo lombardo stando a quanto riportato, il gruppo criminale si stava ricostituendo dalla base aveva spostato la ...

 
Si da fuoco in strada a Milano, ecco la testimonianza della donna che ha portato l'estintore

Si da fuoco in strada a Milano, ecco la testimonianza della donna che ha portato l'estintore

(Agenzia Vista) Milano, 17 luglio 2018 "Io ero al bar e ho visto questo ragazzo che si buttava a terra, sono andata e ho capito subito che si stava per gettare la benzina addosso. Arrivando la polizia che ha inseguito il ragazzo io ho preso un estintore in farmacia che ho dato alla guardia di Finanza, ma non l'ho salvato io è stata tutta una casualità". Lo ha raccontato una testimone che, nel ...

 
Parlamentari e giornaliste in campo per ricordare Jo Cox, lo speciale

Parlamentari e giornaliste in campo per ricordare Jo Cox, lo speciale

(Agenzia Vista) Roma, 17 luglio 2018 Parlamentari e giornaliste in campo per ricordare Jo Cox, speciale Si è svolta a Roma la terza edizione del Trofeo 'Memorial Jo Cox', la manifestazione sportiva organizzata dal CSI Roma che ha messo di fronte la Nazionale Femminile Parlamentari ad una Rappresentativa di giornaliste.Giunto alla 3ª edizione, il match è dedicato alla memoria della celebre ...

 
Open Arms accusa: naufraghi lasciati morire dalle milizie libiche

Open Arms accusa: naufraghi lasciati morire dalle milizie libiche

Roma, (askanews) - La denuncia di Open Arms, che ha rinvenuto in mare, al largo delle coste libiche, due cadaveri e una donna ancora viva, abbandonati tra le onde. Askanews ha intervistato la coordinatrice della sede italiana della Ong spagnola, Veronica Alfonsi. "È successa una cosa drammatica - ha spiegato - eravamo in zona Saar, siamo ripartiti per la nostra missione, abbiamo trovato una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018