La Diciotti a Trapani, il sindaco: noi siamo terra di accoglienza

Giacomo Tranchida: mi auguro che questi poveretti sbarchino

12.07.2018 - 11:30

0

Roma, (askanews) - "Io confermo il principio dell'accoglienza e dico anche che chi sbaglia paga".

Lo ha detto il sindaco di Trapani Giacomo Tranchida in attesa dell'arrivo in porto della nave Diciotti della Guardia costiera con a bordo 67 migranti salvati nei giorni scorsi nel canale di Sicilia.

Sulla nave e sul rimorchiatore Vos Thalassa, che ha salvato i migranti prima che fossero trasbordati, sono giunti ieri sera gli agenti della Questura di Trapani e dello Sco di Roma per verificare cosa sia accaduto a bordo. Secondo il ministero dell'Interno si sarebbero verificate tensioni, innescate da alcuni migranti e il ministro Matteo Salvini ha detto di volere vedere scendere ammanettati dalla nave i responsabili dei disordini. Su questo il sindaco ha commentato:

"Non lo so e non lo devo sapere, io svolgo una funzione diversa, vediamo gli sviluppi, mi auguro però che il ministero faccia sbarcare questi poveretti, chi ha bisogno di una prima assistenza, ecc. Che poi si avvii l'iter normale perché queste povere persone possano trovare un futuro".

"La storia di questa città - ha concluso - di questa terra e dell'Italia parla chiaro, siamo figli di esuli e siamo per la cultura dell'accoglienza. Con tutto il rispetto per Salvini e il governo non la butto in politica né in caciara o polemica ma conveniamo su una cosa: chi sbaglia paga, vale per me e per i nostri ospiti e amici che accogliamo".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Spettacolo

Il Fai ‘illumina’ le serate estive

L’emozione della luce sul finire del giorno è il fil rouge della terza edizione delle ‘Sere Fai d’Estate’, che torna quest’anno ampliata e rinnovata. Fino alla fine di agosto oltre 180 appuntamenti in 24 beni del Fondo per l’Ambiente Italiano, godibili in via eccezionale dal tramonto a mezzanotte.

 
Caso Skripal, identificato responsabili dell'attacco all'ex spia

Caso Skripal, identificato responsabili dell'attacco all'ex spia

Roma, (askanews) - La polizia britannica ritiene di avere identificato i presunti responsabili dell'attacco dello scorso mese di marzo contro l'ex spia russa Sergei Skripal e sua figlia Yulia con l'agente nervino Novichok, a Salisbury. Lo riferisce il quotidiano britannico The Guardian, citando una fonte anonima vicina alle indagini all'agenzia di stampa britannica PA. "Gli investigatori credono ...

 
Altro

"Fermare la plastica prima che arrivi in mare"

É stato presentato al Castello Estense di Ferrara il progetto di pilota "il Po d'Amare " per la prevenzione dell' inquinamento da plastica in mare. Il progetto predisposto da Fondazione per lo sviluppo Sostenibile , Corepla e Castalia è realizzato grazie coordinamento dell'autorità di Bacino distrettuale del fiume Po.

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018