Macron: "I raid in Siria non risolvono, ma difendono i deboli"

Il presidente francese tiene un discorso acceso al Parlamento Ue

17.04.2018 - 17:30

0

Strasburgo, (askanews) - Un intervento a tratti appassionato, quello di Emmanuel Macron davanti al Parlamento europeo di Strasburgo per difendere il raid congiunto con Stati Uniti e Gran Bretagna nella notte fra il 13 e il 14 aprile su postazioni siriane considerate centri di ricerca e siti di stoccaggio di armi chimiche. Il presidente francese, che in patria ha subito critiche per la partecipazione all'attacco , si è difeso così:

"Allora vi chiedo: agli stessi, gli stessi che ogni volta si indignano davanti alle immagini che abbiamo visto, di bambini e donne morti sotto attacchi al cloro, agli stessi, restiamo seduti? Difendiamo i diritti dicendo 'i diritti sono solo per noi? I principi sono per noi? Ma la realtà, è per gli altri'. No! No!"

"Questi raid non risolvono nulla. Ma mettono fine semplicemente a un sistema a cui ci eravamo abituati, cioè che in qualche modo la parte del diritto sia diventata la parte del più debole. Io non ci sto. Allora, continueremo il lavoro essenziale, diplomatico, al Consiglio di Sicurezza per costruire il quadro della lotta alla proibizione delle armi chimiche".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Di Maio: "Pugno duro in Ue? Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato"

Di Maio: "Pugno duro in Ue? Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato"

(Agenzia Vista) Roma, 21 luglio 2018 Di Maio Pugno duro in Ue Ci faremo sentire, abbiamo appena iniziato L'ha dichiarato il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio, parlando a Catania ad un incontro sulla filiera agrumicola. _Facebook /Luigi Di Maio Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Dl dignita', Di Maio: "Pronto emendamento sui voucher"

Dl dignita', Di Maio: "Pronto emendamento sui voucher"

(Agenzia Vista) Catania, 21 luglio 2018 Dl dignita', Di Maio Pronto emendamento sui voucher L'ha dichiarato il ministro del Lavoro e vicepremier Luigi Di Maio, parlando a Catania ad un incontro sulla filiera agrumicola. _Facebook /Luigi Di Maio Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Fca decide il dopo-Marchionne, 26 giugno l'ultima uscita pubblica

Fca decide il dopo-Marchionne, 26 giugno l'ultima uscita pubblica

Milano (askanews) - Sono stati convocati d'urgenza i cda di Fca, Ferrari e Cnh Industrial per decidere della successione dell'amministratore delegato, Sergio Marchionne, visto il prolungarsi della degenza per un intervento chirurgico al quale il manager si è sottoposto a fine giugno. L'ultima uscita pubblica dell'Ad del gruppo Fca, Sergio Marchionne, risale al 26 giugno 2018 quando a Roma ha ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018