Gb, Theresa May dichiara guerra alla plastica

La premier britannica ha presentato un piano di 25 anni

12.01.2018 - 14:30

0

Londra (askanews) - "Nei prossimi anni ritengo che la gente sarà scioccata da come oggi consentiamo la produzione di così tanta plastica inutile".

La premier britannica Theresa May dichiara guerra alla plastica e, presentando un piano ambientale per i prossimi 25 anni, ha annunciato il proposito di bandire del tutto, entro il 2043, i contenitori di plastica nei supermercati così come quelli usa e getta per il takeaway.

Secondo la May, infatti, i rifiuti di plastica sono "una delle principali piaghe ambientali del nostro tempo" e nel suo programma promette di mantenere la tassa di 5 pound sui sacchetti di plastica nei piccoli negozi, imposta che potrebbe essere estesa anche sui contenitori usa e getta per il cibo a portar-via.

Un'altra iniziativa dei conservatori britannici per la tutela dell'ambiente sarà spingere le catene dei supermercati a eliminare il packaging di plastica dagli scaffali e poi il

finanziamento della ricerca per "innovazioni" per aiutare i Paesi in via di sviluppo a gestire i rifiuti.

"In tutto il mondo - ha sottolineato la May - 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono ogni anno negli oceani e un pesce su tre che viene pescato contiene pezzi di plastica".

Un vero e proprio cataclisma per l'ecosistema e un trend che, se non verrà invertito, entro il 2050 porterà ad avere negli oceani più plastica che pesce.

La premier britannica, per questo ha deciso di correre ai ripari sin da subito e ha annunciato, dunque, che il Regno Unito dimostrerà la sua leadership mondiale perché l'obiettivo è ridurre la domanda di plastica, il volume di plastica in circolazione e migliorare il livello di riciclo della nazione, al fine di assicurare alle nuove generazioni un futuro più verde e pulito.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

La denuncia di Oxfam: in Siria è emergenza ma gli aiuti calano

Roma, (askanews) - Dalla comunità internazionale ancora una volta non è arrivato ciò che serviva davvero per garantire un futuro al popolo siriano. È la denuncia di Oxfam, all'indomani della sesta conferenza di Bruxelles sulla crisi. "Nonostante le preoccupazioni espresse dai diversi governi a Bruxelles per la crescente ondata di violenze in Siria, le dichiarazioni d'intenti non si tradurranno in ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018