Hamas lancia nuova Intifada dopo annuncio di Trump su Gerusalemme

"Domani nuova giornata della rabbia"

07.12.2017 - 19:00

0

Roma, (askanews) - Sul terreno i primi scontri fra miliziani palestinesi e soldati israeliani si sono già avuti, a Betlemme e nella Striscia di Gaza. Ma la decisione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele potrebbe provocare una destabilizzazione e violenze di portata molto più ampia, a giudicare dalla reazione di molti gruppi estremisti islamici sia sciiti che sunniti.

Isamail Hanyeh, capo del movimento islamista Hamas che governa la striscia di Gaza, ha esortato la popolazione a una nuova Intifada:

"La decisione americana è ostile al nostro popolo, è una dichiarazione di guerra al popolo palestinese, tocca i suoi luoghi più santi, i siti musulmani e cristiani a Gerusalemme che è il cuore della Palestina".

"Domani 8 dicembre 2017 sarà una giornata di rabbia e l'inizio di una grande rivolta popolare. Chiameremo questa rivolta l'Intifada della libertà di Gerusalemme e della Cisgiordania".

Una milizia sciita irachena sostenuta dall'Iran, Al-Nojaba, ha minacciato di attaccare le forze americane presenti in Iraq. Dal canto loro le Brigate Abu Ali Mustafà, braccio armato dell'Organizzazione Popolare per la Liberazione della Palestina, hanno annunciato di considerare gli interessi americani in Israele e nei Territori occupati come loro obiettivi.

Del tutto opposta la reazione del premier israeliano Benjamin Netanyahu, che ha salutato la decisione di Trump glorificandola: "Il presidente Trump è entrato per sempre nella storia della nostra capitale. Il suo nome sarà ora fieramente presente assieme ad altri nomi nella gloriosa storia della città di Gerusalemme".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018