Catalogna, 45.000 manifestanti a Bruxelles per l'indipendenza

E per dare sostegno all'ex presidente Puigdemont in esilio

07.12.2017 - 17:30

0

Roma, (askanews) - Circa 45.000 manifestanti sono scesi in piazza a Bruxelles a sostegno dell'indipendenza della Catalogna, secondo quanto riferito dalla polizia belga. Gli organizzatori della manifestazione - le due maggiori associazioni indipendentiste catalane della società civile - avevano dichiarato ieri di aspettarsi più di 20.000 persone in piazza, sotto lo slogan "Europe, Wake up! (Europa, sveglia!)".

Il corteo, in cui sventolano migliaia di bandiere catalane e di "estelades", le bandiere indipendentiste con il triangolo blu stellato, è partito poco prima delle 12 dal Parc du Cinquantenaire, nei pressi delle istituzioni europee.

I manifestanti hanno sfilato anche per dare sostegno all'ex presidente catalano Carles Puigdemont e quattro membri del suo esecutivo regionale, sciolto d'autorità dal governo centrale spagnolo del conservatore Mariano Rajoy dopo la tenuta di un referendum sull'indipendenza e una dichiarazione d'indipendenza del parlamento catalano, entrambi dichiarati illegali da Madrid.

Il referendum, svoltosi l'1 ottobre, ha visto due milioni e mezzo di persone recarsi alle urne in Catalogna, circa il 40% degli aventi diritto, con una larghissima vittoria degli indipendentisti. Durante il referendum la polizia e la guardia civil spagnola hanno caricato i votanti irrompendo nei collegi e sequestrando migliaia di voti.

Puigdemont e i suoi ex ministri si sono rifugiati in Belgio e la Spagna ha cercato di ottenerne l'arresto con un mandato di cattura europeo. Madrid ha però ritirato il mandato Ue quando è diventato chiaro che probabilmente la giustizia belga avrebbe negato l'estradizione, dato che i delitti per ci quali sono perseguiti in Spagna (ribellione e sedizione) non sono perseguibili come tali in Belgio.

Altri due membri dell'ex governo catalano sono da oltre un mese in custodia cautelare in carcere in Spagna, assieme ai leader delle due associazioni indipendentiste Assemblea Nacional Catalana e Omnium Cultural, mentre sei sono stati liberati su cauzione. Il fronte indipendentista in Catalogna li considera prigionieri politici.

Il governo centrale di Rajoy ha sospeso l'autonomia della Catalogna e indetto elezioni regionali anticipate per il 21 dicembre.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018