Made in Italy, Aloisio e i segreti della sartoria d'eccellenza

L'abito da uomo su misura vince nel mondo ma mancano i giovani

06.12.2017 - 16:30

0

Roma, (askanews) - Idee, genio e soprattutto mani uniche, nel segno di un'eccellenza, quella dell'alta sartoria maschile italiana, che sa trionfare nel mondo. Vestendo capi di stato, emiri, oligarchi russi, potenti imprenditori di ogni parte del globo. E' la vita stessa di Gaetano Aloisio, che dal suo altrettanto unico atelier romano di Villa Malta, ha scritto e continua a scrivere le sue personali pagine di questa storia di un'Italia vincente. Gli inizi in Calabria, un ragazzo che prova a rubare con gli occhi i segreti in una sartoria locale. Poi la formazione, Milano, le migliori sartorie di Roma, la maturità e la fama internazionale. Gaetano Aloisio:

"Penso che oggi posso vantarmi di avere un'azienda che viaggia a gonfie vele nel mondo, che esporta i prodotti italiani, che impiega persone ed il mio invito è rivolto a tutti i giovani, affinchè seguano questa strada e questa mia esperienza per poter avere delle opportunità, come le ho avute io".

Già perchè il sarto, italiano, che veste gli sceicchi, la casa reale del Qatar per esempio, da tempo guarda proprio al mondo dei giovani, e al futuro dei giovani italiani. In Cina ed in Russia le istituzioni gli hanno chiesto concretamente di aprire spazi di formazione giovanili per apprendere tutti i segreti dell'alta sartoria. In Italia siamo ancora ai desiderata, ai si potrebbe. Un cruccio, per chi da maestro sa di poter dare tanto.

Ancora Aloisio:

"Noi abbiamo problemi nel trovare mano d'opera per poter rispondere alla richiesta che c'è nel mercato estero. Si dovrebbe puntare di più a formare i giovani nelle scuole e vedere chi è più portato per certi lavori, indirizzandoli verso scuole professionali, per creare una nuova generazione di artigiani e di professionisti, una opportunità di poter lavorare data ai giovani perchè il mercato c'è e ce n'è tanto".

Di sicuro ce n'è tanto all'estero, dove, come conferma Aloisio, cresce anche la conoscenza e competenza dei clienti stessi verso il prodotto di alta sartoria. Nella consapevolezza che un abito su misura è qualcosa di decisamente diverso:

"Chi si fa un abito su misura lo fa perchè vuole valorizzare il proprio corpo ed essere unico. Nel senso che quell'abito che porta è fatto per lui, per il suo corpo, per migliorare e valorizzare il suo corpo. E per farlo sentire a proprio agio".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018