Usa: atteso l'annuncio di Trump su Gerusalemme capitale d'Israele

I palestinesi: dura decisione che mina il processo di pace

06.12.2017 - 11:30

0

Washington (askanews) - È atteso per la serata di mercoledì 6 dicembre 2017 l'annuncio ufficiale del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele, nonostante decenni di cautela americana sulla questione e gli avvertimenti dei leader della regione e della comunità internazionale sui rischi di una simile decisione.

Trump ordinerà di preparare il trasferimento dell'ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv a Gerusalemme, ma non fisserà un calendario. L'intera operazione, secondo fonti americane, dovrebbe richiedere molto tempo: mesi, se non anni. Occorrerà trovare un sito e i finanziamenti e poi costruire la nuova sede, rispettando tutti gli standard di sicurezza. Ma la decisione, secondo gli osservatori, non sarà priva di conseguenze minando alla base il processo di pace tra Israele e Palestina.

Durante una conversazione telefonica, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha messo in guardia Trump contro le "pericolose conseguenze della sua decisione sul processo di pace, sulla sicurezza e la stabilità nella regione e nel mondo".

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan, ha ricordato a Trump che "Gerusalemme è la linea rossa per i musulmani", impegnandosi a convocare un summit dell'Organizzazione della cooperazione islamica "entro 5-10 giorni" dall'annuncio.

Anche il presidente francese, Emmanuel Macron ha espresso a Trump la sua "preoccupazione" ed ha ricordato che la questione dello status di Gerusalemme dovrebbe essere regolata nel quadro dei negoziati di pace tra israeliani e palestinesi.

L'Unione europea ha messo in guardia contro le "gravi ripercussioni" di una tale decisione americana. L'Alto rappresentante dell'Unione europea per la Politica estera, Federica Mogherini ha sottolineato l'importanza di rimanere concentrati sugli sforzi per riavviare il processo di pace ed evitare qualsiasi azione che possa minarli".

Anche Papa Francesco è intervenuto sulla questione. "Al riguardo non posso tacere la mia preoccupazione - ha detto - e rivolgere un appello affinché sia rispettato lo status quo della città, in conformità con le pertinenti risoluzioni degli Stati Uniti".

Prova della tensione che l'attesa di questa decisione sta suscitando nella regione, il fatto che gli stessi Stati Uniti hanno proibito ai dipendenti del governo americano di recarsi nella Città Vecchia di Gerusalemme. Il divieto si applica anche alla Cisgiordania, un territorio palestinese occupato da Israele e contiguo a Gerusalemme, ha reso noto il Dipartimento di Stato.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Trump cancella incontro con Kim, Nordcorea: pronti a dialogo

Trump cancella incontro con Kim, Nordcorea: pronti a dialogo

Washington, (askanews) - Troppa ostilità da parte di Pyongyang negli ultimi giorni, nessuna base per arrivare a un risultato positivo. Per questo, il presidente statunitense Donald Trump ha deciso di cancellare l'incontro con il leader nordcoreano Kim Jong Un in programma a Singapore il 12 giugno. "Se e quando Kim Jong Un deciderà di avviare un dialogo e azioni costruttive, io aspetto. Nel ...

 
Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - Le sanzioni alla Russia vanno eliminate al più presto perché per le aziende italiane hanno rappresentato un danno notevole. E stato questo il messaggio arrivato dal Forum economico di San Pietroburgo dove è stata ospite la sindaca di Torino, Chiara Appendino, esponente del Movimento 5 Stelle che, insieme alla Lega, ha proprio lo stop alle sanzioni alla Russia tra i ...

 
Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

San Pietroburgo, 25 mag. (askanews) - La flessione dei mercati rispetto al governo nascente è "fisiologica". Il numero uno di Enel, Francesco Starace, non vede con particolare preoccupazione quello che sta succedendo, perchè non sarà la fine dell'Europa. Si tratta piuttosto di aspettare e di vedere che direzione il nuovo esecutivo vorrà prendere. "Non sono particolarmente preoccupato - ha detto ...

 
Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

San Pietroburgo, (askanews) - Per la Russia è prematuro indicare termini di tempo precisi per le elezioni in Libia. Noi non abbiamo mai insistito perché fossero indicati dei termini di tempo precisi per le elezioni - ha dichiarato ad Askanews il capo del gruppo di contatto russo per la crisi libica, Lav Dengov, a margine del Forum economico di San Pietroburgo - ho detto più volte che è prima di ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018