Tra l'intimo e il sociale: Luisa Rabbia in Collezione Maramotti

A Reggio Emilia la mostra antologica "Love"

18.10.2017 - 18:30

0

Reggio Emilia (askanews) - La condizione umana, le relazioni tra le persone e con l'ambiente esterno. Il lavoro di Luisa Rabbia, artista piemontese della generazione dei quarantenni che da anni vive a Brooklyn, è spesso costruito intorno al segno e alle interconnessioni, grafiche e metaforiche, che questo crea e induce. Un'esperienza che viene intensificata dalla mostra antologica che la Collezione Maramotti di Reggio Emilia le dedica, ripercorrendo diverse tappe del lavoro di Rabbia, dai disegni degli inizi fino al grande murale site specific realizzato durante una residenza nel museo. E anche il titolo della mostra è significativo e, perché no, anche un po' ambiguo: "Love".

A guidarci nel percorso espositivo la direttrice della Collezione, Marina Dacci. "Love - ha spiegato ad askanews - è anche un'attitudine e di questo mi piace parlare, perché nel lavoro di Luisa Rabbia il tema della ricerca nel suo percorso è molto legato a questo amore, chiamiamolo così, nei confronti delle persone, della dimensione interiore, della riflessione su quelle che sono le connessioni tra persone di etnie, generi diversi del genere umano".

Persone che possono essere i due corpi che si intrecciano nel grande lavoro che apre la mostra, ma anche gli anonimi personaggi che varcano diversi confini in molti lavori che, attraverso una pittura che si rinnova ogni volta, ci parlano del nostro presente.

"Il disegno in Luisa Rabbia - ha aggiunto Marina Dacci - pian piano nel corso del tempo si è trasformato in gesto pittorico. Le sue nebulose di segni sottili, quasi delle ragnatele in cui è prevalente il colore blu, da un lato evocano delle strutture vegetali, come delle radici tentacolari che si mescolano nel terreno, ma possono essere anche il percorso dei vasi sanguigni nel corpo umano, oppure le tracce di qualche transito di persone, come visibile con le impronte digitali che lei usa negli ultimi anni. Non è la lunghezza che determina l'intensità di un lavoro, ma è proprio la partecipazione fisica e corporea dell'artista che ha lavorato dentro lo spazio per alcuni giorni".

Il risultato è una dimensione sospesa, tra l'intimo e il sociale, che diventa, almeno in questa mostra, la cifra più intensa dell'esperienza dello spettatore.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Argentina, proseguono le ricerche del sommergibile scomparso

Argentina, proseguono le ricerche del sommergibile scomparso

Buenos Aires (askanews) - Tutta l'Argentina con il fiato sospeso per la sorte del sommergibile scomparso. Purtroppo, la Marina militare di Buenos Aires ha smentito di avere ricevuto segnali dal "San Juan", il sottomarino con a bordo 44 uomini di equipaggio di cui si sono perse le tracce dal 15 novembre scorso. I segnali satellitari ricevuti nelle ultime 48 ore dalla Marina argentina non ...

 
Ostia, Raggi: 50% spiagge libere, giù il "lungomuro"

Ostia, Raggi: 50% spiagge libere, giù il "lungomuro"

Roma, (askanews) - Il 50% delle spiagge libere e l abbattimento del "lungomuro" di Ostia, a carico dei concessionari, con aree di rispetto intorno ai manufatti storici e un limite di 75% di spazio libero da rispettare in ogni stabilimento: sono la novità principali introdotte dal Piano di utilizzo degli arenili (Pua) presentato oggi pomeriggio in Campidoglio dalla sindaca di Roma Virginia Raggi. ...

 
Ema, Sala: dalla 2a votazione ci sono state vorticose telefonate

Ema, Sala: dalla 2a votazione ci sono state vorticose telefonate

Milano (askanews) - "Io penso che non l'abbiamo persa alla terza, alla terza è stata la fortuna ma nella seconda votazione si poteva capire un po' di più. È molto difficile dire oggi per chi ha votato chi prima ha votato per Barcellona, per esempio. Probabilmente si capirà o forse mai. È chiaro che la mia valutazione sarà un po' 'pro domo mia" ma è che la prima votazione ha fatto vedere il valore ...

 
Ema, Milano battuta da Amsterdam in un sorteggio beffardo

Ema, Milano battuta da Amsterdam in un sorteggio beffardo

Bruxelles (askanews) - La nuova sede dell'Ema, l'Agenzia europea del Farmaco sarà Amsterdam. La capitale olandese ha battuto al sorteggio Milano, in vantaggio in tutte le precedenti votazioni fino al ballottaggio, finito in pareggio. Circostanza che, nell'ultima votazione, svoltasi a margine del Consiglio degli Affari generali dell'Unione europea a Bruxelles, in Belgio, ha reso necessario il ...

 
Elisa Anzellotti balla con "Ludi Scaenici" e presenta il suo libro sulla storia della danza

Cultura

Elisa Anzellotti balla con "Ludi Scaenici" e presenta il suo libro sulla storia della danza

Si è svolto a Roma, nella prestigiosa cornice del Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia, il concerto dei Ludi Scaenici, gruppo musicale che da decenni studia e diffonde la ...

18.11.2017

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

Gossip

Ambra e Max, luna di miele a Venezia

La foto pubblicata dal periodico "Chi" è la prova provata che il rapporto fra Ambra Angiolini e Massimiliano Allegri si sta sempre più saldando. Dopo che lei è andata a ...

14.11.2017

Frizzi è tornato a casa

Il fatto

Frizzi è tornato a casa

Fabrizio Frizzi ha lasciato l'ospedale. Lo stretto riserbo sulle condizioni di salute del conduttore colpito da malore il 24 ottobre continua, ma Carlo Conti, durante un ...

06.11.2017