In Romania ecco il "Sistema Italia" che unisce pubblico e privato

Logo e progetto per sostenere gli italiani che vogliono investire

12.10.2017 - 17:00

0

Bucarest, (askanews) - Italiani in Romania, un binomio noto e assodato. Imprese italiane in Romania, coppia altrettanto solida e duratura. Una presenza, quella italiana nel Paese dei Balcani, che da adesso avrà un alleato in più per crescere: "Sistema Italia in Romania". L'iniziativa che unisce pubblico e privato, in una ricchezza quasi unica, come ha spiegato l'ambasciatore d'Italia a Bucarest Marco Giungi.

"Il sistema Paese è qualche cosa che esiste in Italia, che è attuato in varia misura nei diversi paesi dalle varie ambasciate, qui però abbiamo un grande atù: avere una presenza istituzionale e privata completa".

"Questo significa avere una ricchezza e a ogni ricchezza corrisponde una responabiltà, quella di farlo funzionare e cerchiamo di farlo".

Un compito che viene svolto dai diversi attori, come l'Agenzia Ice, spiega il direttore Luca Gentile:

"Abbiamo il compito di aumentare e infoltire questa presenza e intendiamo farlo attraverso tutta la nostra gamma variegata di servizi che speriamo possa avere un valore aggiunto attraverso i nuovi eventi che organizzeremo sotto l'egida di questo nuovo logo che tutti ci accomuna"

Gli obiettivi del "Sistema Italia", sono due secondo il presidente della Camera di Commercio italiana per la Romania Roberto Musneci.

"Per la Camera di commercio e per tutto il sistema significa un approccio più strutturato per fare sistema. L'Italia è nota per la sua capacità imprenditoriali, di fare associazionismo e di agire nel sociale, ma bisogna fare sistema perchè le altre comunità di investitori operano in modo sinergico, quindi questa è la prima sfida a cui dobbiamo rispondere. Poi bisogna passare da un'ottica di promozione del prodotto a una di proposizione di soluzioni".

Il logo cerca di tenere insieme tutti questi concetti, come ha spiegato il vicepresidente di Confindustria Romania, Giulio Bertola.

"Il logo è il frutto di una condivisione tra tutti gli attori del sistema e abbiamo fatto partecipare giovani talenti romeni che hanno saputo interpretare al meglio iu concerti di italianità presenti nel logo. Ha un contenuto affermativo: nel subconscio siamo abituati a crescere con i no, quindi un'affermazione che il sì è un segno di consenso di sinergia e quindi di coesione".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

Egitto in lutto commemora 75esimo della battaglia di El Alamein

El Alamein (askanews) - Le autorità egiziane e più di 35 delegazioni straniere hanno commemorato il 75esimo anniversario della battaglia di El Alamein del 1942, importante vittoria alleata sui nazisti, in un Egitto in lutto per la morte ieri in un attentato di almeno 35 poliziotti. La cerimonia si è svolta al cimitero della Commonwealth War Graves Commission, dove riposano i resti dei soldati ...

 
Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Ue, Boccia a Berlusconi: no doppia moneta, nodo è produttività

Capri (askanews) - Il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, boccia la proposta di doppia moneta lanciata dal leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dal palco del convegno dei giovani imprenditori. "No, non ci convince la doppia moneta - ha detto Boccia a margine del meeting degli under 40 di Confindustria - riteniamo che possa incrementare solo elementi inflattivi. La grande sfida del ...

 
Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Spagna, governo ricorre ad articolo 155: destituzione Puigdemont

Madrid (askanews) - Il governo centrale spagnolo di Mariano Rajoy, riunito in un Consiglio dei ministri durato un paio di ore, ha deciso di fare ricorso all'Articolo 155 della Costituzione per revocare una serie di prerogative della Generalitat della Catalogna, il governo regionale autonomo, dopo che questo ha fatto votare un referendum per l'indipendenza. "Applichiamo l'Articolo 155 della ...

 
A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

A ciascun piatto la sua pentola: la sfida di Agnelli da 110 anni

Milano, (askanews) - Per ogni cottura ci vuole la pentola giusta. Da 110 anni è questo principio che ispira un'azienda simbolo del made in Italy, la Pentole Agnelli, presenza immancabile nelle cucine dei grandi chef di tutto il mondo. E non solo. E pensare che tutto ebbe inizio con un metallo considerato prezioso all'inizio del secolo scorso: "Nonno Baldassare nel 1907 inizia a utilizzare ...

 
Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Il fatto

Marco Della Noce rovinato dalla separazione: il comico di Zelig ora vive in auto

Dalla fame all'indigenza. E' la storia di Marco Della Noce, celebre comico di Zelig. Il cabarettista, del quale è impossibile dimenticare il personaggio di Oriano Ferrari, ...

19.10.2017

Berlusconi VS Sorrentino

Film e polemiche

Berlusconi VS Sorrentino

Dalla conferenza per appoggiare il referendum sull'autonomia in Lombardia e Veneto, Silvio Berlusconi coglie l'occasione di rispondere a una domanda sul nuovo film di Paolo ...

18.10.2017

Elio e le storie tese si sciolgono

Musica

Elio e le storie tese si sciolgono

"Ci vuole l'intelligenza di capire di essere fuori dal tempo. Youtuber, rapper, influencer: queste sono le persone che parlano ai giovani oggi. Staremo insieme fino al 2017, ...

18.10.2017