Marine Le Pen: il Front national chiederà il proporzionale

L'incognita dell'astensione e dell'opposizione extraparlamentare

19.06.2017 - 19:30

0

Milano, 19 giu. (askanews) - Con la speranza tutt'altro che peregrina di diventare il primo partito d'opposizione, in forza anche del 33,9% ottenuto grazie ai 10,6 milioni di voti raccolti al secondo turno delle presidenziali, Marine Le Pen è una delle grandi sconfitte delle elezioni politiche francesi. Anche se il Front national conquista otto seggi, al posto dei due del 2012.

Il sistema elettorale francese ha giocato la sua parte, dato che sembra fatto apposta per remare contro il suo partito che, non a caso, chiederà - con il già prevedibile successo - di passare dal maggioritario al proporzionale.

"Una delle prime cose che faremo" ha detto la leader del Front national, "sarà chiedere il sistema proporzionale perché non si può moralizzare la vita pubblica, come ho sentito dire dal governo, o ridare fiducia senza rivedere questa modalità di scrutinio che è una delle cause principali dell'astensione".

Quella dell'astensione è infatti una spada di Damocle che pesa non poco sul futuro della presidenza di Emmanuel Macron, nonostante la maggioranza bulgara e blindata alla Camera. Al primo turno, le stime davano al partito del presidente una maggioranza di 400-450 seggi sui 577 dell'Assemblea. Questo nonostante il voto a favore della République en Marche risultasse pari al 15% circa degli iscritti al voto. E al secondo turno l'astensione è ulteriormente peggiorata passando dal 51,29 % al 57,4%. È stato calcolato che, in media, i deputati sono stati eletti dal 22,4% degli aventi diritto.

E se il 57% dei francesi, per un motivo o per l'altro non ritiene utile partecipare alle elezioni, ciò rischia di spostare, pericolosamente, il confronto politico dalle aule parlamentari alle piazze. Anche per mancanza di rappresentanza.

Soprattutto quando si dovranno impostare le grandi politiche nazionali. Le forti turbolenze già causate al tempo della Loi Macron, varata dall'ex ministro dell'Economia di François Hollande, potrebbero riprendere nuovo vigore. Anche e soprattutto alla luce delle tensioni nazionali con l'Europa, della crisi economica globale, dei conflitti di politica estera e del terrorismo internazionale.

E allora tutte le opposizioni lontane dal centro potrebbero ritrovare nuova linfa. Anche quella del Front national.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

M5s e Pd si stanno già parlando
All'ombra del 25 aprile

M5s e Pd si stanno già parlando

All'indomani del disgelo ufficiale fra M5s e Pd certificato dall'incontro fra l'esploratore-presidente della Camera, Roberto Fico e il segretario reggente del Nazareno, Maurizio Martina, già si colgono i risultati del nuovo clima instaurato. Eccone una testimonianza filmata da Perugia, dietro le quinte delle celebrazioni per il 25 aprile. Non che sia già fatto un nuovo governo con Luigi Di Maio ...

 
Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Trump riceve Macron: "Da matti l'accordo con l'Iran"

Roma, (askanews) - "Da matti l'accordo con l'Iran": così il presidente statunitense dalla Casa Bianca dove riceve il francese Emmanuel Macron. Proprio l'accordo con Teheran firmato da Barack Obama assieme alla diplomazia internazionale è uno dei temi caldi dell'incontro fra Parigi e Washington: Macron aveva per missione cercava di convincere Trump a non recedere dall'accordo, perdendo anni di ...

 
Inaugurata la prima statua di donna davanti a Westminster

Inaugurata la prima statua di donna davanti a Westminster

Londra, (askanews) - Non solo le statue di Winston Churchill, di Gandhi e di Mandela davanti al parlamento britannico; c'è finalmente anche la statua di una donna, l'attivista per i diritti femminili Millicent Fawcett, svelata nel centesimo anniversario del voto alle donne. La statua realizzata dall'artista Gillian Wearing, è stata inaugurata dalla premier Theresa May accanto al sindaco di Londra ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018