Elezioni Francia, i programmi dei 4 candidati di punta all'Eliseo

Le proposte di Le Pen, Macron, Fillon e Melenchon

20.04.2017 - 19:30

0

Roma, (askanews) - Alla vigilia del primo turno delle presidenziali francesi del 23 aprile la percentuale degli indecisi è altissima, e il numero di quelli che non si recheranno ai seggi sembra annunciarsi altrettanto elevato. I quattro candidati all'Eliseo, in prima fila nei sondaggi, coprono tutto lo spettro politico, dall'estrema destra all'estrema sinistra. E non sono affatto chiari i due nomi che si sfideranno al ballotaggio il 7 maggio.

Ecco le loro quattro proposte, tanto differenti: Marine Le Pen, presidente del Front National ha come slogan: "Prima la Francia". Annuncia un negoziato per l'uscita del Paese dall'Unione europea, dalla moneta unica e dalla Nato e la sospensione immediata di Schengen. Convocherebbe un referendum su quella che è stata ribattezzata "Frexit". Inoltre, promette il ripristino dei confini nazionali, la riduzione dell'immigrazione legale e altre restrizioni per i richiedenti asilo.

Da parte sua, Emmanuel Macron, il giovane ex ministro

dell'Economia, ha un programma di "liberazione economica" che prevede, tra le altre cose, il taglio dell'aliquota fiscale per le imprese, più flessibilità di negoziare l'orario di lavoro a livello aziendale, accesso ai sussidi di disoccupazione per tutti i lavoratori, compresi gli autonomi, e incentivi fiscali alle imprese che assumono chi proviene da aree disagiate. Ha promesso di occuparsi delle classi medie, "dimenticate" da destra e sinistra, giocando una carta che potrebbe attrarre molti francesi.

Il candidato della destra, Francois Fillon, oscurato dagli scandali, vuole "ridimensionare lo Stato": con il taglio di mezzo milione di impieghi pubblici, e il taglio della spesa pubblica di 100 miliardi di euro in cinque anni per ridurre il debito. E ancora: la rinuncia alle 35 ore di lavoro settimanale e l'aumento progressivo dell'orario dei dipendenti pubblici a 39 ore. Il divieto dei costumi da bagno islamici, i burkini, e l'introduzione della divisa a scuola. Non ultimo, annuncia collaborazione con Russia, Iran e regime siriano per combattere lo Stato islamico.

Infine, Jean-Luc Melenchon, diventato paladino della sinistra radicale, che promette la rinegoziazione dei trattati europei e una trattativa per abolire le norme sulla disciplina di bilancio Ue. Inoltre, vuole il passaggio dal sistema presidenziale a uno parlamentare, invoca maggiori poteri ai cittadini per promuovere referendum e revocare i parlamentari, e la tassazione al 100% di tutti i redditi sopra i 400mila euro. Tra le sue proposte, c'è anche lo stop all'uso di energia nucleare e da fonti fossili, e il sostegno alle rinnovabili, che dovranno coprire il 100% del fabbisogno energetico nel 2050. E in politica estera il ritiro dalla Nato e il rilancio delle relazioni con la Russia per "evitare la guerra".

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Barcellona, al Liceu si canta l'inno catalano prima di Verdi

Barcellona, al Liceu si canta l'inno catalano prima di Verdi

Barcellona, (askanews) - L'inno catalano risuona nella sala del Liceu, il teatro lirico di Barcellona: è "Els Segadors" (I mietitori), intonato spontaneamente dal pubblico prima dell'inizio della rappresentazione del "Ballo in maschera" di Giuseppe Verdi. In questo filmato amatoriale ripostato su Twitter si vedono alcuni spettatori che hanno sventolato il vessillo catalano. Sono giorni di alta ...

 
Catalogna, sit-in in centro a Roma: "vogliamo votare"

Catalogna, sit-in in centro a Roma: "vogliamo votare"

Roma, (askanews) - "Vogliamo votare": i catalani di Roma si sono riuniti, fra slogan e la vecchia canzone anti franchista "L'estaca", per sostenere il governo autonomo di Barcellona colpito da una ondata di arresti, ordinati da Madrid a pochi giorni dal referendum per l'indipendenza che è stato dichiarato incostituzionale. Un altro sit-in è previsto per il 21 settembre davanti a Montecitorio, ...

 
Tornano i figli dei cattivi Disney nel Musical Descendants 2

Tornano i figli dei cattivi Disney nel Musical Descendants 2

Milano (askanews) - L'eterna lotta tra il bene e il male, rivista e corretta in salsa pop grazie Descendants 2, un musical colorato e divertente firmato Disney incentrato sui figli dei protagonisti delle favole classiche, da Biancaneve a La sirenetta passando per Capitan Uncino. Un gruppo di buoni ma non troppo e cattivi ma senza esagerare si confrontano a colpi di canzoni, balli e buoni ...

 
Gentiloni: terrorismo si sconfigge insieme, con cooperazione

Gentiloni: terrorismo si sconfigge insieme, con cooperazione

New York(askanews) - "La lotta al terrorismo richiede uno sforzo multidimensionale, con il ricorso a tutti i possibili strumenti di cooperazione internazionale". Lo ha detto il presidente del consiglio, Paolo Gentiloni, nel suo discorso davanti alla settantaduesima sessione dell'assemblea generale delle Nazioni Unite. "La vittoria sul terreno non è però sufficiente. Il fanatismo e l'ideologia di ...

 
Morto l'attore Gigi Burruano

Aveva 69 anni

Morto l'attore Gigi Burruano

E' morto a 69 anni l'attore palermitano Gigi Burruano, aveva scoperto di essere gravemente malato qualche mese fa. Attore di teatro, cinema e tv, Burruano ha esordito al ...

11.09.2017

Marika Palomba vince la fascia di Miss Lazio 2017

Montalto di Castro

Marika Palomba vince la fascia di Miss Lazio 2017

Tanto pubblico, applausi e gran successo per la finale regionale di Miss Italia che ha incoronato nell’Anfiteatro “Lea Padovani” Miss Lazio 2017 Marika Palomba. Romana del ...

28.08.2017

il gabibbo striscia la notizia

"STRISCIA LA NOTIZIA" IN LUTTO

E' morto il Gabibbo: Gero Cardarelli stroncato da un male incurabile

E' morto Gero Cardarelli, che per 27 anni è stato la vera anima del Gabibbo. Gero era infatti l'uomo che animava, da dentro, il celebre pupazzo rosso di "Striscia la notizia"....

20.08.2017