Il Tuscania ha il registaE' il serbo Milan Peslac

Volley A2 maschile

Il Tuscania ha il regista
E' il serbo Milan Peslac

12.06.2018 - 19:57

0

Venti anni appena compiuti, nato in Serbia ma cresciuto in Italia, 1,96 cm. di altezza Milan Peslac sarà il palleggiatore del Tuscania Volley 2018/19. Considerato uno dei migliori under 20 in Italia, Peslac viene da due anni di Superlega prima a Monza e, la scorsa stagione, a Padova dove è stato chiamato a sostituire in diverse occasioni niente meno che Dragan Travica (ex capitano e palleggiatore della nazionale ndr), comportandosi egregiamente e facendo registrare anche l’incredibile score di 5 muri contro Piacenza dei vari Fei, Clevenot, Baranowitz, cosa sicuramente non usuale per un palleggiatore, per di più di 20 anni. Molti i club di serie A che avevano messo gli occhi su di lui, bruciati sul tempo dal Ds Cappelli che ha concluso l’operazione con il suo agente e con Verona (sua società di appartenenza) la quale ha voluto fortemente affidare il ragazzo al Tuscania Volley e alle sapienti mani di Bruno Morganti.

Cosa sai del Tuscania Volley, e cosa ti aspetti di trovare nel piccolo centro della Maremma laziale?

“Sono molto curioso di iniziare questo nuovo percorso in una città piccola ma sicuramente molto bella. Ho sentito parlare molto bene di questa società e di questa squadra ben strutturata ed organizzata quindi non vedo l'ora di conoscerla e di viverla a fondo”.

Conosci la Bolgia, una delle tifoserie più "calde" di tutto il volley italiano?

“Molti miei compagni ed ex compagni di squadra mi hanno parlato del tifo straordinario di questa città, non vedo l'ora di scendere in campo e di emozionarmi insieme a loro, speriamo ci sia una vero e proprio 'pienone' al palazzetto tutte le domeniche”.

Il tuo arrivo a Tuscania coincide con l'avvio di un nuovo ambizioso progetto affidato ad un coach come Bruno Morganti, esperto anche nel coltivare giovani talenti; progetto di cui tu dovrai essere una pedina fondamentale. Hai già avuto modo di conoscere il tuo nuovo allenatore?

“Per quanto riguarda il progetto sono molto contento della opportunità che mi è stata data, essere 'una pedina fondamentale' di questa squadra mi riempie di orgoglio. Bruno lo conosco ed è un allenatore molto bravo, sopratutto con i giovani e questo ci darà sicuramente una marcia in più”.

Hai disputato le ultime due stagioni in Superlega (Monza e Padova) dove hai avuto al tuo fianco uno dei mostri sacri del volley italiano, quel Dragan Travica ex capitano e palleggiatore della nazionale. Una straordinaria esperienza che ora potrai mettere a disposizione dei tuoi nuovi compagni.

“Sicuramente lavorare tutti i giorni in palestra con una persona come Dragan mi ha fatto crescere sia tecnicamente ma anche come atleta: insomma è stata un'annata importante. Ora, però, non vedo l'ora di iniziare a giocare per la Tuscania volley per tentare di raggiungere obbiettivi ambiziosi. Per i tifosi: vi aspetto tutti al palazzetto!”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Sala: non demonizzare Salvini, Milano lo batterà con idee e fatti

Milano, 23 giu. (askanews) - "Le paure ci sono, tutti noi abbiamo delle paure, però Milano le paure le gestisce e non le butta addosso agli altri, Milano non ha paura della diversità perché sulla diversità ci costruisce il futuro, e non è una bella dichiarazione di principio perché Milano lo fa da 26 secoli ed è arrivata dove è arrivata, integrando e mettendo insieme le qualità di tutti noi. ...

 
Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Contemporaneo a 360 gradi, il freestyle invade Palazzo Grassi

Venezia (askanews) - Una grande rampa da skateboard dove, fino a qualche mese fa, troneggiava il demone colossale di Damien Hirst. A Palazzo Grassi a Venezia la cultura freestyle entra dalla porta principale in uno dei musei più importanti del mondo con la tre giorni di "Skate the Museum", evento collegato alla mostra del pittore tedesco Albert Oehlen, ma che vive di una vita e di un'energia ...

 
Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Immigrati, il sindaco di Riace: campagna di odio produce la morte

Reggio Calabria (askanews) - Nelle baraccopoli di San Ferdinando e di Rosarno non c'è rispetto dei diritti umani, c'è un degrado umano. Perché le autorità se ne accorgono solo quando succedono questi casi gravi e si continua a mantenere operative queste strutture quando si potrebbe benissimo fare l'ospitalità diffusa e utilizzare le case della piana e dei centri storici che non sono abitate. Non ...

 
A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

A Reggio Calabria la marcia di solidarietà per Soumaila Sacko

Reggio Calabria (askanews) - C'erano centinaia di migranti, lavoratori stagionali, sindacalisti ma anche tanti amministratori locali a Reggio Calabria, in occasione della manifestazione organizzata dall'Unione sindacale di base (Usb) per chiedere giustizia dopo l'omicidio di Soumaila Sacko, il bracciante del Mali ucciso a fucilate il 2 giugno 2018 mentre recuperava alcune vecchie lamiere in una ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018