La Scarabeo ricevela visita del Catania

Volley A2 maschile

La Scarabeo riceve
la visita del Catania

03.01.2018 - 19:57

0

Quattro partite di Campionato e un fine gennaio di Coppa, questo il peso specifico del primo mese del 2018 per la Scarabeo Civita Castellana GCF Roma: difendere il primato per chiudere la prima fase a gironi in testa e cercare di conquistare un primo e quanto mai storico trofeo nazionale di categoria. Il battesimo 2018 sarà nel fortino laziale del Pala Tiziano dove solo a Santa Croce è riuscita l’impresa di battere la Scarabeo: la roccaforte rossoblù sarà assaltata mercoledì 3 dicembre in notturna (ore 20.30 il fischio d’inizio) da un arrembante Messaggerie Bacco Catania, settima forza del Girone Bianco lontana 15 lunghezze in classifica a quota 21 punti: la squadra del tecnico Rigano, neopromossa lo scorso anno, era partita fortissima ad inizio stagione, per poi stabilizzarsi a metà classifica tra picchi e flessioni; nell'ultima uscita in scena del 2017 ha regolato 3-1 Potenza Picena scavalcandola in classifica e portando a sette il numero di vittorie in 17 gare disputate. L’incontro di andata con la Scarabeo in terra sicula finì 1-3 per gli ospiti che dominarono il match nei parziali e furono sorpresi solo nel terzo set (terminato 29-27) dai locali, con il laterale cileno Bonacic e l’opposto De Santis che insieme fecero 44 dei 64 punti totali dei catanesi orchestrati alla grande dall'argentino Finoli in regia. Roma disputò un’ottima gara mostrando un collettivo solido a muro e organizzato in seconda linea, con il “duo Willy” (Padura e Snippe) a guidare l’attacco rossoblù. La formazione di coach Spanakis si è laureata qualche giorno fa campione d’inverno, titolo poco significante in un campionato così lungo e tortuoso: la riconquista del primato è stata una iniezione di fiducia per il collettivo e il pubblico dell’ultima gara del 2017 ha ancora premiato in termini numerici l’impegno che questo rooster sta mettendo per far tornare l’amore intorno alla squadra della Capitale. Catania, Siena, Massa e Grottazzolina gli ultimi quattro incontri di gennaio che decreteranno la fisionomia finale della prima fase del 72° Campionato Unipolsai, poi gli accoppiamenti con l’altro Girone (dove Tuscania è attualmente al comando) e si ripartirà con la seconda fase dove i punti accumulati in partenza avranno un peso anche se non così eccessivo. Prima del “livello successivo” la Scarabeo sarà invece attesa a fine gennaio, il 28 per la precisione a Bari, dall’appuntamento con la sua storia per la finale di Coppa Italia di A2 contro Bergamo.

 

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salute

Emicrania, un nuovo farmaco contro il dolore

La lotta all'emicrania vive una fase nuova, grazie a una molecola che agisce bloccando l'attività della proteina che scatena l'attacco. Il farmaco è già sul mercato americano e dopo il via libera europeo arriverà anche in Italia. Nel mondo l'emicrania è la terza patologia per prevalenza e ne soffre un miliardo di persone.

 
Professione buyer nell'era dell'industria 4.0

Professione buyer nell'era dell'industria 4.0

Milano, (askanews) - Come categoria professionale, non è molto conosciuta. Ma costitusce un tassello chiave dell'industria 4.0, uno degli elementi cruciali per vincere la sfida della competitività delle imprese che si gioca su scala planetaria. E' il mondo dei buyer, i responsabili degli acquisti delle aziende e dei professionisti del supply management, la catena di fornitura delle imprese che ...

 
Sos Méditerranée: la scelta è fra soccorso organizzato e Medioevo

Sos Méditerranée: la scelta è fra soccorso organizzato e Medioevo

Valencia (askanews) - "Crediamo che questo sia punto di svolta, le cose adesso potrebbero andare molto bene o molto male, i cittadini sono informati e possono scegliere se andare verso una situazione di soccorso organizzato in mare o tornare al Medioevo". A parlare è Alessandro Porro (a destra) uno dei soccorritori di Sos méditerranée a bordo dell'Aquarius che insieme al collega Massimo Pelletti ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018