Tuscania stende BolzanoPratica chiusa in tre set

Volley A2 maschile

Tuscania stende Bolzano
Pratica chiusa in tre set

26.11.2017 - 22:08

0

MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA-MOSCA BRUNO BOLZANO 3-0

MAURY'S ITALIANA ASSICURAZIONI TUSCANIA Pedron 2, Shavrak 12, Piscopo 8, Buzzelli, Cernic 12, Bonami (L), Festi 6, Calonico, Mochalski 16, Sorgente (L), Cro', Della Rosa, Seveglievich All. Montagnani

MOSCA BRUNO BOLZANO Quartarone, Boswinkel 14, Galabinov 8, Ingrosso 5, Bressan 3, Paoli 7, Villotti (L); Candeago, Spagnuolo, Bleggi, Baldazzi 6, Vito All. Burattini

Tuscania archivia la pratica Bolzano in tre set, ora testa alla Coppa Italia Dodicesima giornata di regular season, in campo al PalaMalè i padroni di casa contro Mosca Bruno Bolzano. Un match molto delicato per entrambe le formazioni, da un lato Tuscania che deve far bene e non perdere la concentrazione pensando già all'appuntamento dei quarti di Coppa Italia contro Siena, e dall'altra Bolzano che ha bisogno di far bene per voltare pagina rispetto alla fase di andata. In occasione del match è stato consegnato all'associazione Anam di Viterbo un piccolo contributo raccolto tra la tifoseria durante l'evento 'Movember'. Coach Montagnani schiera Pedron, Mochalski, Shavrak, Cernic, Festi, Piscopo e libero Bonami. Coach Burattini risponde con Quartarone, Boswinkel, Galabinov Ingrosso, Bressan, Paoli e libero Villotti. Primo set. Subito avanti Tuscania con Mochalski e Cernic 4-1. Bolzano stenta ad entrare in partita e coach Burattini chiama i suoi in panchina 7-3. Al rientro in campo due muri consecutivi di Boswinkel riportano sotto gli ospiti 7-5. Shavrak spara fuori dai nove metri 9-8. Una spettacolare pipe di Mochalski e un primo tempo di Festi costringono la panchina altoatesina a chiamare il secondo time out discrezionale. Al rientro in campo Mochalski spara fuori dai tre metri 14-9. Primo tempo di Festi 17-12. Burattini prova a smuovere le carte, fuori Ingrosso per Baldazzi. Tuscania non si scompone e continua la sua marcia. Una pipe di Festi porta i suoi sul 22-17. Montagnani fa scaldare la panchina, spazio a Crò per Pedron. Una pipe di capitan Cernic chiude il parziale 25-21. Secondo set. Bolzano in campo con il neo acquisto Vito al posto di Villotti. Partenza equilibrata, punto a punto 5/5. Un muro del bulgaro Galabinov porta Bolzano sul 5-7 e Montagnani richiama i suoi in panchina. Al rientro in campo due schiacciate consecutive dell'olandese Boswinkel e gli altoatesini provano a allungare 5-9. Tuscania completa la rimonta con Shavrak e Burattini chiama il primo time out discrezionale 11-11. Al rientro in campo Boswinkel porta avanti i suoi 11-12. Dentro Bleggi per Bressan e Ingrosso per Baldazzi. Due errori consecutivi dai nove metri dei laziali e Bolzano riprova l'allungo 14-16. Due grandi muri di Piscopo e il Tuscania pareggia si porta avanti 17-16. Su un errore di Shavrak dai nove metri Montagnani chiama il primo video check dell'incontro. Le riprese danno ragione all'arbitro 18-18. Ancora un errore di Mochalski in battuta 20/20. Un mani fuori di Cernic e Tuscania va sul 21-20. Montagnani dà spazio a Calonico per Festi. Ancora punto a punto 22-22. Un lungo scambio si risolve a favore degli altoatesini con Montagnani richiama i suoi in panchina 22-23. Al ritorno in campo ancora un lungo scambio questa volta in favore del Tuscania 23-24. Una schiacciata di Galabinov regala ai suoi il primo set point dell'incontro 23-24. Lo stesso bulgaro spara poi fuori dai nove metri 24-24. Mochalski mette a terra e la panchina ospite ferma il tempo 25-24. Un ace di Shavrak e gli ospiti ricorrono al video chek che però dà ragione all'arbitro e chiude il set 26-24. Terzo set. Il terzo parziale si apre con punto a punto con Festi che torna in campo al posto di Calonico. Tuscania prova subito l'allungo con Mochalski e un ace di Festi 8-5. Shavrak risolve un lungo scambio 9-6. Su un ace dello stesso ucraino Burattini richiama i suoi in panchina 11-7. Al rientro in campo un muro di Piscopo consolida il vantaggio 12-7. Sul 14-9 fuori Quartarone per Spagnuolo per gli ospiti . Due falli a rete del Tuscania riportano sotto gli altoatesini 14-11. Per Bolzano fuori Bressan dentro Bleggi. Muro vincente di Mochalski e la panchina ospite chiama il time out discrezionale 18-13 e massimo vantaggio Tuscania. Al rientro in campo Boswinkel colpisce l'asta e Tuscania allunga 19-13. Il direttore di gara giudica fuori una battuta di Ingrosso e la panchina ospite chiama il video chek che però dà ragione all'arbitro 20-15. Montagnani chiama dalla panchina Sorgente al posto di Shavrak. Su un attacco sbagliato di Cernic Montagnani chiama i suoi in panchina 20-17. Al rientro in campo prima un muro poi un pallonetto riportano sotto gli ospiti 21-18. Video chek chiamato dagli ospiti che reclamano un tocco a muro. La telecamera dà ragione al direttore di gara 23-19. Un muro su Mochalski e anche Montagnani ricorre al video chek che dà ancora regione all'arbitro 23-20. Un tocco a muro su schiacciata di Mochalski regala ai padroni di casa il primo match point. Un fallo a rete di Bolzano consegna ai ragazzi di Montagnani set e partita 25-20.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello
La giostra più difficile che mai

Quintana, ecco l'istante in cui si infila l'anello

Eccoli i signori dell'Anello! Ecco i cavalieri di Foligno alla Quintana del giugno 2018. Ecco il campione della regolarità, il cavaliere Pertinace che porta il Cassero al trionfo beffando Croce Bianca all'ultima manche. Ma ecco soprattutto la magia dello zoom al rallentatore nelle immagini girati dal Corriere dell'Umbria mentre i cavalieri infilzano e infilzano e infilzano (nove volte alla fine) ...

 
Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Aquarius, odissea finita. E ora cosa accade ai 630 migranti?

Valencia, (askanews) - L'odissea è finita: i 630 migranti a bordo delle navi Aquarius, Dattilo e Orione, hanno finalmente toccato terra, sbarcando a Valencia dopo 9 giorni di navigazione. Ma per loro si apre ora un grande interrogativo sul futuro. Dove potranno vivere? Cosa faranno ora? E soprattutto saranno rispediti nelle loro terre di origine? A quanto annunciato dal premier spagnolo Pedro ...

 
Altro

Borsa: europee chiudono in rosso, a Piazza Affari giù Snam e Poste

Le Borse europee archiviano in rosso la seduta odierna di scambi. I timori per un ulteriore inasprimento della guerra commerciale tra Usa e Cina sui dazi appesantisce i mercati del Vecchio continente che, sulla scia di Wall Street, chiudono con il segno meno, lasciando sul terreno perdite che oscillano tra lo 0,40% di Milano e l’1,36% di Francoforte.  Unica piazza in controtendenza è Londra, che ...

 
A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

A Londra svelata "Mastaba", la nuova opera gigante di Christo

Londra (askanews) - Esattamente a due anni di distanza dai Floating Piers del Lago d'Iseo, è stata svelata a Londra la nuova opera gigante dell'artista Christo: si chiama Mastaba. E' stata allestita nel lago Serpentine di Hyde Park a Londra. Si tratta di una struttura composta da 7.506 barili colorati che poggiano su una piattaforma di cubetti di plastica. L opera sarà visibile dal 19 giugno fino ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018