giorno della memoria

Vignanello

La testimonianza di un anziano nella Giornata della memoria: “No ad ogni guerra"

27.01.2017 - 16:28

0

L’orrore dei campi di sterminio tedeschi si palesò in tutta la sua disumanità, oltre ogni immaginazione, il 27 gennaio 1945, quando l’esercito russo scardinò i cancelli del lager di Auschwitz. Per deliberazione del Parlamento, dal 2000, in quella data si celebra la Giornata della memoria. Un colloquio con un ventenne di allora, ultranovantenne oggi, consente di mettere a fuoco il valore di tante manifestazioni odierne. “Indispensabile ricordare”, premette l’anziano “non tanto, e non soltanto, per puntare ancora l’indice contro gli autori di stupri alla dignità umana, ma per ribadire con forza il rifiuto di ogni guerra. Continuano ad essercene troppe nel mondo”. Quindi, sull’onda dei ricordi: “Non avevo ancora vent’anni, quando incontrai reduci vignanellesi dai campi di concentramento. Qualcuno alto, robusto, non pesava più di quaranta chili: uno scheletro ambulante. E quegli occhi: senza luce; e quel sorriso: accennato appena, pur nella gioia del ritorno”. L’uomo prosegue, chiudendo gli occhi per ricordare: “Quanti racconti ho sentito: storie incredibili, che nemmeno una fantasia malata avrebbe potuto partorire. Verità, invece. Minestra tipo sciacquatura di piatti per pranzo. Se, camminando per il campo, i deportati scorgevano mucchi di rifiuti, vi si gettavano sopra. Un reduce mi raccontò che, per aver raccolto bucce di patate, ricevette colpi dolorosissimi al costato e sulla nuca”. “Avrei mille episodi da raccontare”, conclude il vecchio con un filo di voce. “Aspetti, peraltro, notissimi. In questa occasione mi urge sottolineare l’importanza che nelle generazioni giovani siano fatti sbocciare il rifiuto della guerra e il rispetto della vita di ogni essere umano e, aggiungerei, animale. L’attualità riferisce che molto resta da fare per raggiungere quegli obiettivi. Memoria, perciò, educazione e formazione ad ogni livello per condannare davvero stragi del passato e del presente e per cercare di attuare uno stato sociale, universale, a misura d’uomo”.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

Quando cadono le stelle (dello spettacolo): gli scivoloni sul palco

L'ultimo è stato Bono Vox, scivolato durante il live allo United Center di Chicago. Ma le cadute recenti dei grandi del mondo dello spettacolo sono state tante. Eccone alcune, da Morandi, 'volato' giù dal palco, a Madonna, inciampata all'indietro durante la sua performance ai Brit Award.

 
Economia

Bnl al Wired Next Fest 2018

Luigi Maccallini, responsabile Comunicazione retail Bnl, racconta il progetto Bnl Explorer per spiegare come gestire la complessità in cui siamo immersi.

 
A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

A Spief dialogo e business, modello vincente di Conoscere Eurasia

San Pietroburgo, (askanews) - Conoscere Eurasia ha creato un modello di capacità nel dialogo sul business anche in periodo di sanzioni. Ed è riuscita a coinvolgere due nomi importanti del business europeo a Mosca. Parla Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia: "Io non vorrei essere molto presuntuoso. Sia Philippe Pegorier che Frank Schauff sono nel nostro comitato organizzativo e ...

 
Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

Chiude sipario Spief, accordi per 38 miliardi e voglia di dialogo

San Pietroburgo (Russia), (askanews) - Si chiude oggi il Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo, dopo giornate molto intense di incontri e una partecipazione internazionale per certi versi, sorprendente. La Russia di Vladimir Putin è apparsa tutt'altro che isolata. Parterre di altissimo profilo, a iniziare dal presidente francese Emmanuel Macron, oltre al premier giapponese Shinzo Abe ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018