Vietato dire non ce la faccio più

La festa della vita

09.01.2017 - 11:19

0

Lo scorso anno, abbiamo raccontato in questa rubrica esattamente 45 storie. Storie di vita, di progetti, di persone che non si sono arrese e che ancora non si stanno arrendendo.
La storia di Chiara, la bella diciannovenne ipovedente che sogna di fare il medico. La storia di Leonardo, il giovane senese che gira il modo con la sua macchina fotografica guidato dalla curiosità, la storia di un altro viaggiatore: Oscar che, a bordo di una Ducati, ha portato con sé per tutta Italia il messaggio di non arrendersi di fronte alla malattia.
La storia di Angela che con la malattia ha dovuto farci i conti perché le ha strappato via il marito. La storia di Andrea che ai malati ha deciso di destinare il ricavato del suo libro comico. E ancora quella di Lara che ha lasciato tutto per andare ad aiutare i bambini dell’India e quella della Professoressa Caterina che una volta in pensione si è dedicata alla solidarietà in Africa. La storia di integrazione riuscita di Malick, clandestino per caso. La storia di Iacopo Melio che ha fondato l’Onlus Vorrei prendere il treno e continua a battersi per i diritti dei disabili, ogni giorno. E storie di genitori un po' più coraggiosi di altri come Benedetta e Dario con figli autistici o di Elisa e Guido che sono diventati genitori grazie all'adozione.
E poi storie di giovani artisti: Claudia che con la pittura lenisce le ferite di una malattia, Mattia che sogna di diventare stilista, Alice che gira l’Italia facendo la ballerina.
Sono storie diverse, imparagonabili perché nella valigia che ognuno di noi porta con sè non ci sono mai abiti o scarpe uguali. Ognuno ha i propri fardelli, i propri sogni. Ciò che accomuna tutti coloro di cui ho parlato è l’approccio nei confronti della vita, il sapersi rimboccare le maniche e dire: “Ce la posso fare. E ce la posso fare perchè ce la voglio fare”. Di ognuno di loro ho immagini da custodire gelosamente, che si tratti di sguardi, lacrime, sorrisi. Ma l’immagine, quella che vi regalo da conservare stretta per questo 2017, è quella di una signora malata di cancro che si è presentata a un corso di scrittura creativa con un cerchietto in testa con gli alberi di Natale, dicendo che le andava di ridere e regalando sorrisi a chiunque la incrociasse.
Forse il segreto della Vita sta tutto in questa immagine. Non importa quante volte ci capiti di pensare che la vita non è facile, non importa se la sensazione talvolta è quella di essere a una festa a cui non ci andava di partecipare: il fatto è che ormai ci siamo. E allora tanto vale viverla e divertirsi. Proprio come a una festa a cui non volevamo andare, magari capita di trovare qualcuno di interessante con cui parlare, di incrociare un vecchio amico, di scoprire che almeno il buffet non è tanto male.
L’augurio per il nuovo anno è questo: anche quando la vita non vi dà alcun motivo per sorridere, non smettete mai di cercare quel motivo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Presidenziali, Francia al voto: incognite terrorismo e indecisi

Parigi (askanews) - La Francia si presenta alle urne per l'elezione del nuovo presidente con l'incubo incombente del terrorismo islamista e nel segno dell'incertezza. Mentre il voto per il primo turno ha già avuto inizio all'estero, con St. Pierre e Miquelon che hanno dato il via alle elezioni alle 8 del mattino locali, precedendo Guyana e Antille, l'esito finale resta più che mai incerto. ...

 
Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Ania, "scatola nera" in auto per polizze e servizi migliori

Napoli (askanews) - Al convegno "Black Box" svoltosi a Napoli il 22 aprile 2017 con il patrocinio del Comune, si è parlato di "scatola nera", un congegno elettronico che non viaggia più solo sugli aerei ma sempre più spesso anche sulle auto. Si tratta di un dispositivo elettronico che registra una grande quantità di dati sulla condotta e lo stile di guida di un assicurato, uno strumento utile per ...

 
Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Orrore in Egitto: video di soldati che uccidono uomini disarmati

Il Cairo (askanews) - In queste drammatiche immagini, la realtà di una guerra feroce e senza esclusione di colpi. Nel video postato in rete da attivisti dell'opposizione egiziana si vedono soldati in divisa che uccidono a sangue freddo persone disarmate per poi inscenare una falsa ricostruzione al fine di far credere che le vittime siano morte in combattimento. Le esecuzioni sommarie sarebbero ...

 
Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Caprarola

Palazzo Farnese, la sala dei mappamondi

Domenica 2 aprile come ogni prima domenica del mese l'ingresso allo splendido Palazzo Farnese di Caprarola era gratuito e aperto a tutti. Una ghiotta occasione per ammirarne le ...

Raffaella Fico: "Sposerò Alessandro Moggi"

Annuncio a sorpresa

Raffaella Fico: "Sposerò Alessandro Moggi"

“Ci siamo fidanzati 11 mesi fa ma il nostro è stato davvero amore a prima vista e Alessandro mi ha chiesto di sposarlo dopo appena due mesi che uscivamo insieme”. Lo ha rivelato ...