Zuffa per un apprezzamento di troppo a una ragazza, tre condanne

VETRALLA

Zuffa per un apprezzamento di troppo a una ragazza, tre condanne

11.02.2017 - 20:17

0

Una sanguinosa rissa scoppiata in un locale di Vetralla a causata da un apprezzamento di troppo a una ragazza con almeno due ragazzi rimasti a terra sanguinanti a causa delle lesioni riportate durante la zuffa. Per quei fatti avvenuti nel gennaio del 2011 sono finite a processo cinque persone 2 romeni e 3 italiani. Il giudice Silvia Mattei alla fine ha assolto due degli imputati - che agli esiti dell’istruttoria sono risultati vittime di un’aggressione - mentre ha condannato gli altri 3 alla pena di 6 mesi di reclusione oltre al risarcimento di uno dei coimputati assolti che rimase seriamente ferito durante la rissa. Per tutti il reato contestato era rissa. Gli imputati condannati dovranno dunque risarcire il ragazzo rimasto ferito, i danni saranno quantificati in separata sede anche se il giudice ha previsto una provvisionale di 3.000 euro.
I fatti avvennero nel gennaio del 2011. Due comitive erano all’interno del locale quando iniziò una violenta zuffa tra un gruppo di taliani e alcuni romeni che, stando alle testimonianze rese in aula da diversi protagonisti avevano importunato una ragazza. Da quello che è emerso uno di loro ha fatto un pesante apprezzamento alla giovane scatenando gli amici che erano con la ragazza che sono andati subito in sua difesa. Ne è nata una rissa dai contorni poco chiari. Infatti alla fine, dopo l’intervento dei carabinieri sono stati denunciati anche due ragazzi che avevano avuto un ruolo passivo durante la zuffa. Come è stato dimostrato dai difensori uno era stato aggredito da tre persone mentre l’altro si era inserito solo per dividere le persone che si stavano pestando all’interno del locale.
Il pm alla fine della requisitoria aveva concluso per l’assoluzione della vittima dell’aggressione e aveva chiesto 3 mesi di pena per tutti gli altri. Il giudice ha emesso solo tre condanne raddoppiando la pena proposta dalla pubblica accusa. Le motivazioni tra 60 giorni.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

Appendino a San Pietroburgo: via subito sanzioni a Russia

San Pietroburgo, (askanews) - Le sanzioni alla Russia vanno eliminate al più presto perché per le aziende italiane hanno rappresentato un danno notevole. E stato questo il messaggio arrivato dal Forum economico di San Pietroburgo dove è stata ospite la sindaca di Torino, Chiara Appendino, esponente del Movimento 5 Stelle che, insieme alla Lega, ha proprio lo stop alle sanzioni alla Russia tra i ...

 
Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

Governo, Starace: calo mercati fisiologico, non vedo fine Europa

San Pietroburgo, 25 mag. (askanews) - La flessione dei mercati rispetto al governo nascente è "fisiologica". Il numero uno di Enel, Francesco Starace, non vede con particolare preoccupazione quello che sta succedendo, perchè non sarà la fine dell'Europa. Si tratta piuttosto di aspettare e di vedere che direzione il nuovo esecutivo vorrà prendere. "Non sono particolarmente preoccupato - ha detto ...

 
Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

Libia, Dengov: prematuro indicare ora i tempi per le elezioni

San Pietroburgo, (askanews) - Per la Russia è prematuro indicare termini di tempo precisi per le elezioni in Libia. Noi non abbiamo mai insistito perché fossero indicati dei termini di tempo precisi per le elezioni - ha dichiarato ad Askanews il capo del gruppo di contatto russo per la crisi libica, Lav Dengov, a margine del Forum economico di San Pietroburgo - ho detto più volte che è prima di ...

 
Russia-Italia, a Pietroburgo il business guarda oltre le sanzioni

Russia-Italia, a Pietroburgo il business guarda oltre le sanzioni

San Pietroburgo, (askanews) - E' stato il pragmatismo del business a dominare la sessione di dibattito bilaterale Russia-Italia al Forum economico di San Pietroburgo. L'Italia è stata penalizzata dalle sanzioni alla Russia nonostante le aziende italiane che fanno affari nel paese abbiamo retto il colpo. Per questo ora occorre che il governo italiano che sta nascendo abbia il coraggio di portare ...

 
È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

La rivelazione

Michelle Hunziker: "Niente sesso negli anni più belli della mia vita"

Michelle Hunziker, ospite della trasmissione Quarto Grado, ha raccontato quali sono state le imposizioni alle quali doveva sottostare imposte dalla setta dei Gelsomini di cui ...

15.01.2018