Zuffa per un apprezzamento di troppo a una ragazza, tre condanne

VETRALLA

Zuffa per un apprezzamento di troppo a una ragazza, tre condanne

11.02.2017 - 20:17

0

Una sanguinosa rissa scoppiata in un locale di Vetralla a causata da un apprezzamento di troppo a una ragazza con almeno due ragazzi rimasti a terra sanguinanti a causa delle lesioni riportate durante la zuffa. Per quei fatti avvenuti nel gennaio del 2011 sono finite a processo cinque persone 2 romeni e 3 italiani. Il giudice Silvia Mattei alla fine ha assolto due degli imputati - che agli esiti dell’istruttoria sono risultati vittime di un’aggressione - mentre ha condannato gli altri 3 alla pena di 6 mesi di reclusione oltre al risarcimento di uno dei coimputati assolti che rimase seriamente ferito durante la rissa. Per tutti il reato contestato era rissa. Gli imputati condannati dovranno dunque risarcire il ragazzo rimasto ferito, i danni saranno quantificati in separata sede anche se il giudice ha previsto una provvisionale di 3.000 euro.
I fatti avvennero nel gennaio del 2011. Due comitive erano all’interno del locale quando iniziò una violenta zuffa tra un gruppo di taliani e alcuni romeni che, stando alle testimonianze rese in aula da diversi protagonisti avevano importunato una ragazza. Da quello che è emerso uno di loro ha fatto un pesante apprezzamento alla giovane scatenando gli amici che erano con la ragazza che sono andati subito in sua difesa. Ne è nata una rissa dai contorni poco chiari. Infatti alla fine, dopo l’intervento dei carabinieri sono stati denunciati anche due ragazzi che avevano avuto un ruolo passivo durante la zuffa. Come è stato dimostrato dai difensori uno era stato aggredito da tre persone mentre l’altro si era inserito solo per dividere le persone che si stavano pestando all’interno del locale.
Il pm alla fine della requisitoria aveva concluso per l’assoluzione della vittima dell’aggressione e aveva chiesto 3 mesi di pena per tutti gli altri. Il giudice ha emesso solo tre condanne raddoppiando la pena proposta dalla pubblica accusa. Le motivazioni tra 60 giorni.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Grasso all'assemblea LeU a Milano: "Disponibile ad alleanze"

Grasso all'assemblea LeU a Milano: "Disponibile ad alleanze"

(Agenzia Vista) Milano, 16 luglio 2018 "Liberi e Uguali è un oggetto politico autonomo ma non autosufficiente ma disponibile ad alleanze ma dopo che si sarà creato un proprio progetto e obiettivo. Non è questo il momento di parlare di alleanze, ciò però non significa che non ci possano essere". Lo ha detto il leader di Liberi e Uguali Pietro Grasso a margine dell'assemblea del partito a Milano ...

 
Cristiano Ronaldo presenta la maglia numero 7 con Andrea Agnelli

Cristiano Ronaldo presenta la maglia numero 7 con Andrea Agnelli

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Cristiano Ronaldo fa la foto ai giornalisti presenti

Cristiano Ronaldo fa la foto ai giornalisti presenti

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Cristiano Ronaldo alla Juve: Voglio essere sempre un esempio dentro e fuori dal campo

Cristiano Ronaldo alla Juve: Voglio essere sempre un esempio dentro e fuori dal campo

(Agenzia Vista) Piemonte Vda Torino, 16 luglio 2018 Cristiano Ronaldo si presenta per la sua prima conferenza in bianconero. L'asso portoghese, che ha presentato anche la sua nuova maglia numero 7 ha spiegato i motivi del suo passaggio dal Real alla Juve e la voglia di vinvere tutto in bianconero dopo i tanti e tanti successi della sua carriera. Courtesy rete 7 agenziavista.it

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018