Bassano Romano, una distesa di scarpe rosse contro il femminicidio

Bassano Romano, una distesa di scarpe rosse contro il femminicidio

Pienamente riuscita l’adesione locale all’iniziativa in atto in tutta Italia

11.09.2013 - 16:27

0

Centinaia di scarpe rosse. Un paio per ogni donna vittima di violenza. Così il Comune di Bassano Romano, ha preso parte alla campagna di sensibilizzazione internazionale e diffusa di cittadini, scuole, associazioni, che sta attraversando tanti paesi e che ha assunto come simbolo le scarpe rosse, per ricordare le tante, troppe, donne uccise, ferite, violate giorno dopo giorno la maggior parte dei casi dai propri compagni, mariti, fidanzati. Perché termini come “femminicidio” non debbano più essere coniati. Un'iniziativa, fortemente voluta dal vicesindaco Paola Marchetti, che ha visto la partecipazione di tutta la popolazione bassanese. Tante, infatti, le cittadine che per una settimana hanno aderito alla raccolta di scarpe rosse donando le proprie a sostegno dell'iniziativa, così come peraltro sta avvenendo in tante altre municipalità della Tuscia, oltre che nel resto d’Italia e anche oltre. E così, la scorsa domenica, la piazza del Comune e il parco pubblico si sono trasformati in una distesa di scarpette rosse che ha gridato alto lo sdegno verso la violenza di genere che sembra essere divenuta il tratto distintivo della società del benessere. “E’ stata una manifestazione emozionante e bellissima - dice il vicesindaco Marchetti - vedere una comunità partecipe ed unita attorno ad un tema così delicato non può che fare piacere e spronare ognuno di noi ad impegnarsi attivamente per rifiutare ogni forma di violenza.

A cura di E. Con

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Salute

Emicrania, un nuovo farmaco contro il dolore

La lotta all'emicrania vive una fase nuova, grazie a una molecola che agisce bloccando l'attività della proteina che scatena l'attacco. Il farmaco è già sul mercato americano e dopo il via libera europeo arriverà anche in Italia. Nel mondo l'emicrania è la terza patologia per prevalenza e ne soffre un miliardo di persone.

 
Professione buyer nell'era dell'industria 4.0

Professione buyer nell'era dell'industria 4.0

Milano, (askanews) - Come categoria professionale, non è molto conosciuta. Ma costitusce un tassello chiave dell'industria 4.0, uno degli elementi cruciali per vincere la sfida della competitività delle imprese che si gioca su scala planetaria. E' il mondo dei buyer, i responsabili degli acquisti delle aziende e dei professionisti del supply management, la catena di fornitura delle imprese che ...

 
Sos Méditerranée: la scelta è fra soccorso organizzato e Medioevo

Sos Méditerranée: la scelta è fra soccorso organizzato e Medioevo

Valencia (askanews) - "Crediamo che questo sia punto di svolta, le cose adesso potrebbero andare molto bene o molto male, i cittadini sono informati e possono scegliere se andare verso una situazione di soccorso organizzato in mare o tornare al Medioevo". A parlare è Alessandro Porro (a destra) uno dei soccorritori di Sos méditerranée a bordo dell'Aquarius che insieme al collega Massimo Pelletti ...

 
Il mondo della musica piange il maestro Caruso

lutto

Il mondo della musica piange il maestro Caruso

È morto all'età di 82 anni Pippo Caruso, maestro e direttore d'orchestra noto per aver preso parte a numerosi programmi televisivi di successo al fianco di Pippo Baudo, di ...

29.05.2018

È morto Fabrizio Frizzi

LUTTO NELLO SPETTACOLO

È morto Fabrizio Frizzi

Fabrizio Frizzi è morto nella notte per una emorragia cerebrale. Il popolare conduttore televisivo aveva 60 anni.

26.03.2018

Il Festival al duo Meta-Moro

Sanremo

Il Festival al duo Meta-Moro

I vincitori della 68esima edizione del Festival di Sanremo sono Ermal Meta e Fabrizio Moro con la canzone "Non mi avete fatto niente". Al secondo posto Lo Stato sociale con ...

11.02.2018